Come fare: Brasato Al Barolo (4) - Ricetta carne - Notizie.it

Come fare: Brasato Al Barolo (4) – Ricetta carne

Guide

Come fare: Brasato Al Barolo (4) – Ricetta carne

Ecco la ricetta del giorno: Brasato Al Barolo (4). Ti insegnamo a farla velocemente e nel modo migliore. Farai una splendida figura e i tuoi ospiti te ne saranno grati. L’importante è l’ingrediente principale: Vitello.
Se segui alla lettera i consigli di ComeQuando ti verrà una meraviglia!

Passiamo quindi alla ricetta:

Tipo di piatto: Carne
Ingrediente principale: Vitello
Persone: 6

Note:
Luogo: Piemonte. Luogo: Alba. Marinata: 1 notte. Cottura: 210 minuti.

Ingredienti:
1000 G Sottopaletta Di Vitello (arrosto Della Vena)
30 G Burro
Olio D’oliva
Sale
Pepe
Per La Marinata:
1 Bottiglia Vino Barolo
1 Cipolla
1 Carota
1 Costa Sedano
3 Chiodi Di Garofano
1 Pezzo Cannella
3 Foglie Alloro
1 Rametto Rosmarino
2 Spicchi Aglio

Preparazione:
Sistemate la sottopaletta di vitello in un recipiente di coccio (dianèt), aggiungete le verdure della marinata fatte a tocchetti e gli odori e coprite col vino Barolo. Lasciate riposare la carne nella marinata almeno per una notte o per dodici ore.

Levate quindi la carne dal vino, asciugatela e fatela rosolare con burro ed olio d’oliva a fuoco piuttosto vivace e sotto controllo: quando ha assunto il colore e la crosticina tipica della brasatura, unite il vino della marinata insieme alle verdure e agli odori, salate e pepate. Fate cuocere a fuoco tranquillo e a tegame incoperchiato per circa tre ore. Controllate di tanto in tanto la carne rivoltandola oppure bagnandola col liquido di cottura. Il brodo di cottura deve restringersi a poco a poco fino ad assumere la giusta consistenza. A cottura ultimata, togliete la carne, tagliatela a fette non troppo sottili ed irroratele col fondo di cottura dal quale avrete allontanato il rosmarino, l’alloro e l’aglio. Il brasato va servito caldo, eventualmente guarnito con cipolline d’Ivrea in agrodolce. Vino consigliato: Barolo.

Buona preparazione e facci sapere nei commenti come ti è venuta!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*