Come fare calcolo INPS COMMENTA  

Come fare calcolo INPS COMMENTA  

L’INPS è uno specifico ente che ha molte funzioni, tra cui bisogna ricordare: l’erogazione delle prestazioni previdenziali, degli ammortizzatori sociali, e altro ancora.

È bene ricordare che in Italia lo specifico sistema previdenziale prevede che, durante lo svolgimento di un’attività lavorativa, devono per forza di cose essere versati i contributi previdenziali obbligatori.

A tali somme di denaro il lavoratore potrà attingere e questo nel corso della vita. Tale cosa potrà avvenire nelle seguenti evenienze:

  • cessazione del rapporto di lavoro;
  • diminuzione della capacità lavorativa;
  • necessità di sostegno del reddito familiare;
  • liquidazione della pensione.

Vediamo, ora, di fare un breve esempio sul calcolo dei contributi INPS che il datore di lavoro deve versare.

Supponiamo di dover retribuire una colf che svolge dei lavori domestici; ipotizziamo che sia assunta a tempo indeterminato e questo per un trimestre (per esempio da gennaio a marzo del 2014); la paga oraria base sia 7,58 euro (comprensiva della tredicesima mensilità). Le ore lavorate nel trimestre supponiamo siano 480.

L’importo dei contributi trimestrali da versare a cura del datore di lavoro è di 484,80 euro (di questi 120,00 che corrispondono ai contributi trimestrali a carico del lavoratore da trattenere).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*