Come fare calcolo Tasi, nuova imposta sulla casa

Guide

Come fare calcolo Tasi, nuova imposta sulla casa

È bene ricordare che il prossimo 16 dicembre è il termine ultimo per effettuare il versamento del saldo IMU-TASI 2014. Bisogna però evidenziare che quando si parta di tasse regna una certa confusione tra i contribuenti, che sovente hanno molte difficoltà nello sbrigare le pratiche relative a tali imposte.

La TASI (detta anche: tassa sui servizi indivisibili, come per esempio: spazzatura, illuminazione pubblica, servizi di manutenzione di strade ed altro ancora) va anche pagata sulla prima casa (e questo a differenza dell’IMU). Deve anche essere pagata dagli inquilini che affittano un immobile o un alloggio, questo è vero a meno che nel Comune non sia stata approvata una delibera comunale che attesti il contrario.

Il versamento della TASI deve essere effettuato entro il 16 dicembre, e questo per i comuni che hanno approvato le rispettive aliquote di calcolo entro il 16 dicembre. I cittadini che risiedono invece nei comuni “ritardatari” dovranno provvedere al versamento dell’intero ammontare della TASI e questo va fatto entro il 16 dicembre.

È bene ricordare che ogni comune stabilisce le aliquote della TASI, in sostanza esse varieranno in base alla tipologia dell’immobile.

Per i fabbricati che non sono abitati direttamente dal proprietario, l’ente pubblico stabilirà la quota di imposta che deve essere versata dai proprietari del fabbricato e quella che deve essere versata dai conduttori.

In pratica, per l’anno in corso, la TASI e l’IMU prese insieme hanno l’aliquota massima che non può essere superiore all’11,4 per mille (e questo per gli immobili diversi dalle abitazioni principali) e del 3,3 per mille sulle abitazioni principali. Le abitazioni principali considerate di alto pregio (categoria A1, A8 e A9) potrebbero vedere l’applicazione dell’aliquota massima del 6 per mille (che è comprensiva di IMU e TASI).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...