Come fare: Cjalzons – Ricetta primo COMMENTA  

Come fare: Cjalzons – Ricetta primo COMMENTA  

Ecco la ricetta del giorno: Cjalzons. Ti insegnamo a farla velocemente e nel modo migliore. Farai una splendida figura e i tuoi ospiti te ne saranno grati. L’importante è l’ingrediente principale: Spinaci.

Leggi anche: La crema alla malva della marchesa Pompadour

Se segui alla lettera i consigli di ComeQuando ti verrà una meraviglia!

Passiamo quindi alla ricetta:

Tipo di piatto: Primo
Ingrediente principale: Spinaci
Persone: 4
Ingredienti:
500 G Spinaci
400 G Farina
100 G Burro
40 G Cioccolato Fondente
40 G Uvetta Sultanina
40 G Cedro Candito
5 Uova
20 G Pane Di Segale Raffermo
150 G Ricotta Affumicata
10 G Zucchero
1 Mazzo Prezzemolo
Cannella

Preparazione:
Pulire e lavare gli spinaci e farli cuocere insieme alle foglie del prezzemolo. Quando saranno cotti, strizzarli e tritarli finemente, e unirli in una terrina all’uvetta ammollata in precedenza, al pane sbriciolato, al cioccolato grattugiato, al cedro e alla cannella. Montare un uovo con lo zucchero, e unirlo all’impasto con un pizzico di sale, e mescolare bene. Con la farina e le restanti uova fare la pasta, e ricavare dei dischi di 5 cm di diametro con un bicchiere (se non è possibile ottenere un diametro di 5 cm, è meglio avere dei dischetti più grandi piuttosto che più piccoli). Con il pollice formare una piccola fossetta in ciascun disco di pasta e sistemarvi un po’ di ripieno, e quindi richiuderli dando ai ravioli la forma di una mezzaluna. Se ne dovranno ottenere circa 30 a testa. Lessarli in abbondante acqua salata, e condirli con il burro fuso e con la ricotta grattugiata. Nonostante la presenza di zucchero e canditi, di evidente origine rinascimentale, i cjalzons sono usati come primo piatto.

Leggi anche: Delicati e soavi BACI di DAMA


Buona preparazione e facci sapere nei commenti come ti è venuta!

Leggi anche

Fatturazione elettronica
Guide

Fatturazione elettronica: come fare e come funziona

Ancora oggi una novità per molti di noi. Ma al tempo stesso qualcosa con cui dovremo presto fare i conti: è il sistema di fatturazione elettronica. Abbiamo già avuto modo di vedere come funziona una fatturazione elettronica - divenuta materia di regolamentazione di legge dal 2014, e obbligatorio per le imprese dal primo trimestre del 2015 - da privato a privato. Proviamo ora a descrivere in linea più generale come funziona il sistema di fatturazione elettronica, e come comportarsi per evitare di utilizzarlo nella maniera sbagliata, rischiando di incorrere in brutte sorprese. Basta infatti poco per trasgredire il protocollo previsto Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*