Come fare: Cozze Alla Spezzina – Ricetta pesce COMMENTA  

Come fare: Cozze Alla Spezzina – Ricetta pesce COMMENTA  

Ecco la ricetta del giorno: Cozze Alla Spezzina. Ti insegnamo a farla velocemente e nel modo migliore. Farai una splendida figura e i tuoi ospiti te ne saranno grati. L’importante è l’ingrediente principale: Cozze.

Se segui alla lettera i consigli di ComeQuando ti verrà una meraviglia!

Passiamo quindi alla ricetta:

Tipo di piatto: Pesce
Ingrediente principale: Cozze
Persone: 4

Note:
Luogo: Liguria. Luogo: La Spezia.


Ingredienti:
1000 G Cozze
2 Panini Raffermi
Latte
100 G Formaggio Parmigiano
200 G Prosciutto Crudo
Sale
Pepe
1 Ciuffo Prezzemolo
2 Spicchi Aglio
2 Uova
Olio D’oliva
300 G Pomodori Pelati

Preparazione:
Strofinate le cozze sotto l’acqua corrente, con una spazzola di saggina, per eliminare ogni eventuale residuo di terra o di alghe; quindi mettetele in una padella sul fuoco vivo, senza aggiungere alcun condimento, e scuotete di tanto in tanto il recipiente; le valve si apriranno spontaneamente per effetto del calore. A questo punto togliete la padella dal fuoco, sgusciate i molluschi, filtrate il liquido che le cozze avranno emesso e conservate le valve che contenevano il mollusco. Fate rinvenire la mollica dei panini raffermi nel latte, strizzatela e mettetela in una terrina insieme con il parmigiano grattugiato, il prosciutto crudo tritato finemente, una presa di sale, un pizzico di pepe, il prezzemolo e l’aglio tritati e le uova. Rimestate accuratamente il composto e distribuitelo nelle valve; appoggiate su ognuna un mollusco e pressatelo leggermente nel ripieno Ungete con un filo d’olio il fondo di una pirofila piuttosto ampia e adagiatevi le cozze, una vicina all’altra; irroratele con il liquido di cottura filtrato e con un filo di olio. Frullate i pelati e versate il passato sulle cozze farcite, salate, pepate e mettetele in forno caldo, a 200 gradi, per 30 minuti. Portate la pirofila direttamente in tavola.


Buona preparazione e facci sapere nei commenti come ti è venuta!

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*