Come fare della gentilezza la tua arma vincente

Guide

Come fare della gentilezza la tua arma vincente

Un vecchio adagio dice “se non puoi dire niente di cortese, non dire proprio niente”, e bisogna dire che, come al solito, c’è della saggezza in questi detti popolari. Perchè essere crudeli quando si potrebbe essere gentili?

Se ci pensiamo bene, essere gentili è più facile che essere scortesi, perchè non lo mettiamo sempre in pratica?

Anche considerando la cosa da un punto di vista egoistico, con la gentilezza non si ottiene di più? E quando ci comportiamo con cattiveria, non sentiamo dentro di noi un senso di disagio e malcontento?

A noi di sicuro non piace essere insultati o maltrattati, quindi cosa ci spinge a trattare gli altri in un modo che a noi provocherebbe fastidio o dolore?

Sono tutte domande che non hanno una risposta facile. Ma a pensarci bene, una risposta non è nemmeno necessaria.

Essere gentili è facile. Basta non insultare il prossimo, mormorare qualche complimento, tenere la porta aperta, raccogliere oggetti caduti in terra e…

sorridere. Sorridere è più facile che tenere un’espressione imbronciata, ci sono meno muscoli coinvolti!

Non ci ruba più tempo la gentilezza rispetto alla scortesia. E poi, diciamo la verità, essere gentili è gratificante. Se qualcuno è contento per quello che diciamo o facciamo, un po’ di soddisfazione la proviamo anche noi.

Non conosciamo i guai del prossimo. Magari la persona che incontriamo al supermercato sta passando un brutto momento. Potrebbe avere guai di salute, di lavoro, difficoltà economiche. Una persona del genere non dovrebbe essere trattata con scortesia. Magari una piccola gentilezza potrebbe farla sentire meglio.

Senza voler esagerare, ma a volte si incontrano persone che si sentono in bilico tra il desiderio di vivere e quello di suicidarsi. Forse un gesto amichevole potrebbe sollevarli dalla loro depressione; sicuramente non li aiuterebbe un gesto rude.

Trattiamo con gentilezza chi incontriamo, perchè un gesto gentile non può far male, la cattiveria sì.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*