Come fare durare più a lungo le ballerine

Donna

Come fare durare più a lungo le ballerine

ballerine

Le scarpette da danza richiedono cure particolari, ma anche le ballerine da passeggio devono essere pulite con la massima delicatezza.

Le cosiddette ballerine, cioè le classiche scarpette da danza con le inconfondibili mezze punte, sono da sempre il simbolo della danza classica. Proprio da questa tipologia di scarpa prendono ispirazione anche le ballerine da passeggio, amate da moltissime donne per la loro bellezza e comodità. Che si tratti di ballerine da danza o da passeggio, in entrambi i casi servono alcuni piccoli accorgimenti per mantenere le scarpe sempre in ottimo stato; vediamo come fare!

Ballerine da danza

Se pratichi danza classica e ti alleni spesso, saprai bene che le ballerine si rovinano molto facilmente. Inoltre le classiche mezze punte non sono sempre economiche, soprattutto se ci si orienta su un prodotto di alta qualità; perciò è importante trattarle con cura con alcuni semplici accorgimenti, in modo da farle durare il più a lungo possibile.

Per fortuna bastano pochi minuti al giorno per prenderti cura delle tue ballerine e ridurre al minimo i segni dell’usura.

Naturalmente la prima accortezza consiste nell’usarle solo ed esclusivamente nello studio di danza, evitando di uscire con le scarpette nei corridoi o in altri spazi che non hanno una pavimentazione perfettamente liscia e pulita. Il parquet tipico delle sale da danza, a differenza delle piastrelle, non crea attrito sulla suola ed evita di graffiarla e rovinarla. Se proprio devi andare negli spogliatoi o uscire un attimo con le scarpette ai piedi puoi procurarti delle protezioni che le manterranno sempre in ottime condizioni.

Riporre le ballerine

Anche il borsone in cui riponi le ballerine può nascondere insidie impreviste. Se al termine della lezione hai l’abitudine di gettare in borsa le scarpette senza troppa cura, sappi che le cerniere e gli altri oggetti contenuti nel borsone potrebbero scalfire la delicatissima pelle delle scarpette. La cosa migliore da fare per eliminare il problema sarebbe acquistare un apposito sacchetto portascarpe, completamente privo di parti metalliche interne che possano creare dei graffi; in commercio ne esistono moltissimi modelli a prezzi davvero contenuti.

Inoltre appena arrivi a casa al termine della lezione non dimenticare di togliere le scarpette dalla sacca e di lasciarle asciugare in un luogo ben areato.

Il sudore e l’umidità, infatti, sono dei grandi nemici delle ballerine! Questo piccolo accorgimento ti aiuterà senza dubbio a mantenerle sempre pulite e a evitare che si sviluppino batteri e muffe.

Pulizia

Infine di tanto in tanto dovrai procedere alla pulizia periodica delle ballerine, occupandoti sia della suola che della parte superiore. Nel caso in cui la suola scamosciata abbia perso la sua consistenza originaria e non scivoli più bene come all’inizio, ti basterà utilizzare una spazzola metallica (ne esistono di apposite proprio per quest’utilizzo) da passare con delicatezza e in modo uniforme su tutta la pianta.

Per quanto riguarda invece il lavaggio vero e proprio, il metodo più semplice è utilizzare un panno umido se si tratta di scarpette in pelle; in alternativa puoi fare un lavaggio in lavatrice per le scarpe di tela, avendo cura di impostare un ciclo molto delicato. Lo sporco superficiale sarà completamente rimosso e le tue scarpette saranno di nuovo pronte per accompagnarti nei tuoi passi di danza!

Ballerine da passeggio

Le ballerine da passeggio sono la soluzione ideale per le donne che amano l’eleganza delle décolleté ma al tempo stesso preferiscono evitare i tacchi alti.

Anche queste ballerine richiedono particolari cure per mantenere sempre intatta la loro eleganza. Spesso sono realizzate in pelle, perciò richiedono un po’ di attenzione in più rispetto a un paio di scarpe da ginnastica.

Asciugatura

Un acquazzone improvviso o anche il semplice sudore del piede possono inumidire la pelle delle ballerine, finendo per danneggiarle a lungo andare. A fine giornata non riporle subito nella scarpiera ma lasciale prendere aria lontano dalle fonti di calore: il termosifone sicuramente le asciugherebbe in fretta, ma rovinerebbe la pelle.

Se il mattino successivo noti che le scarpe sono ancora lievemente umide indossane un altro paio e lasciale prendere aria ancora per un po’. Se invece decidi di riporle nella scarpiera una volta asciutte, ricorda di utilizzare sempre un tendiscarpe! Si tratta di uno strumento che mantiene la pelle delle ballerine ben tesa, evitando che perdano la forma e creino antiestetiche pieghe.

Pulizia

Infine per pulire le tue ballerine ti consigliamo di utilizzare un sapone neutro e un panno leggermente umido per eliminare la polvere e la sporcizia più superficiale.

Il panno non deve essere troppo bagnato, in modo che le scarpe possano asciugarsi velocemente senza rovinare la pelle.

Se noti una macchia cerca di intervenire il prima possibile con un prodotto apposito per la pelle, evitando di ricorrere per la fretta a detergenti multiuso che potrebbero risultare aggressivi o acidi e rovinare irrimediabilmente le scarpe. Se invece con il tempo il colore si è sbiadito, puoi sempre portare la scarpa da un calzolaio per farlo ravvivare. Le tue ballerine torneranno come nuove!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche