Come fare: Focaccia Della Vendemmia – Ricetta dessert COMMENTA  

Come fare: Focaccia Della Vendemmia – Ricetta dessert COMMENTA  

Ecco la ricetta del giorno: Focaccia Della Vendemmia. Ti insegnamo a farla velocemente e nel modo migliore. Farai una splendida figura e i tuoi ospiti te ne saranno grati. L’importante è l’ingrediente principale: Farro.

Se segui alla lettera i consigli di ComeQuando ti verrà una meraviglia!

Passiamo quindi alla ricetta:

Tipo di piatto: Dessert
Ingrediente principale: Farro
Persone: 6

Note:
Preparazione: 20 minuti. Calorie: 371.


Ingredienti:
250 G Farro Intero
90 G Burro A Temperatura Ambiente
80 G Zucchero Di Canna
10 Cl Latte
80 G Acini D’uva Bianca
3 Uova
1 Cucchiaino Cannella In Polvere
1 Pizzico Noce Moscata Grattugiata
3 Cucchiaini Lievito In Polvere
6 Cucchiai Gelatine Di Albicocche

Preparazione:
Mettete a bagno il farro in acqua fredda per 12 ore. Quindi sciacquatelo più volte e scolatelo. Cuocetelo in abbondante acqua per circa 1 ora e mezza e scolatelo nuovamente. Lasciatelo intiepidire poi frullatelo con lo zucchero, un pizzico di sale, il burro, la cannella e la noce moscata finché avrete un composto ben amalgamato. Mettetelo in una ciotola e incorporatevi le uova sbattute, il latte e, per ultimo, il lievito setacciato. Mescolate fino a ottenere un composto omogeneo. Lavate e asciugate gli acini d’uva. Distribuiteli uniformemente in una teglia rettangolare di 24 cm per 15 cm imburrata e infarinata e versatevi sopra il composto preparato livellandolo bene. Passate la teglia in forno, preriscaldato a 180 gradi, per 1 ora, quindi lasciate raffreddare. Poco prima della fine della cottura, mettete la gelatina di albicocche in un pentolino insieme con due cucchiai di acqua e lasciatela sciogliere a fuoco basso. Spennellate la superficie della torta e servitela tagliata a quadrotti. Se preferite, potete anche pulire gli acini d’uva. Togliete delicatamente la pellicina che li ricopre, poi tagliateli a metà ed eliminate i semini. Distribuite poi i mezzi acini nella teglia. Oppure utilizzate uva apirena (senza semi), ormai in grande diffusione.


Buona preparazione e facci sapere nei commenti come ti è venuta!

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*