Come fare: Frittedda – Ricetta contorno COMMENTA  

Come fare: Frittedda – Ricetta contorno COMMENTA  

Ecco la ricetta del giorno: Frittedda. Ti insegnamo a farla velocemente e nel modo migliore. Farai una splendida figura e i tuoi ospiti te ne saranno grati. L’importante è l’ingrediente principale: Carciofi.

Leggi anche: Ricetta: Pollo con aceto balsamico

Se segui alla lettera i consigli di ComeQuando ti verrà una meraviglia!

Passiamo quindi alla ricetta:

Tipo di piatto: Contorno
Ingrediente principale: Carciofi
Persone: 4
Ingredienti:
6 Carciofi
500 G Piselli Freschi Sgranati
800 G Fave Verdi Tenere
200 G Cipolla Scalogna
1/2 Bicchiere Aceto Di Vino
Succo Di Limone
100 G Olio D’oliva
Sale
Pepe

Preparazione:
E’ questa una sicilianissima pietanza che non ha riscontro altrove. Può darsi, che nel nome, derivi dal latino frigere, giacché è nella grande padella che si forma questo appetitoso contorno, usato sempre più spesso nella Sicilia occidentale (dove nasce) come antipasto, durante la precoce primavera siciliana e dura finché gli ortaggi di cui si compone risultino tenerissimi, essendo ancora delle primizie. Spuntare i carciofi, tagliarli a quarti e ammollarli in acqua fredda con succo di limone. A parte lessare la cipolla al dente, e poi rosolarla nell’olio, finché diventi cremosa. A questo punto unire i carciofi, dopo averli ben sgocciolati; aggiungere olio ed unire le fave e, per ultimo, i piselli. Condire con sale, pepe e mezzo bicchiere d’aceto, continuando la cottura finché l’aceto non sia quasi del tutto evaporato. Conservare in frigo la frittedda e servirla il giorno dopo.

Leggi anche: Come fare: Lampascioni Sott’olio Alla Calabrese – Ricetta contorno


Buona preparazione e facci sapere nei commenti come ti è venuta!

Leggi anche

cetriolo di mare: ricette semplici
Guide

Cetriolo di mare: ricette semplici

Nella cucina cinese è molto usato il cetriolo di mare ma qui in occidente ancora è poco conosciuto. Vediamo come cucinare al meglio l'Oloturia La forma del cetriolo di mare è lunga come un cetriolo normale con la sola differenza che è ricoperta di spine. Viene chiamato anche Oloturia o Trepang in oriente. Molti si sono spesso domandati se fosse commestibile. Il solo aspetto del cetriolo di mare, lascia a desiderare di cucinarlo ma è comunque mangiabile. L'Oloturia ha un alto tasso di contenuto di sali minerali e di acqua e spesso questo tipo di vegetale viene cucinato in oriente. Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*