Come fare: Lasagne Del Pastore – Ricetta primo COMMENTA  

Come fare: Lasagne Del Pastore – Ricetta primo COMMENTA  

Ecco la ricetta del giorno: Lasagne Del Pastore. Ti insegnamo a farla velocemente e nel modo migliore. Farai una splendida figura e i tuoi ospiti te ne saranno grati. L’importante è l’ingrediente principale: Bietole.

Leggi anche: Ricetta Lasagne Del Pastore

Se segui alla lettera i consigli di ComeQuando ti verrà una meraviglia!

Passiamo quindi alla ricetta:

Tipo di piatto: Primo
Ingrediente principale: Bietole
Persone: 8
Ingredienti:
800 G Pasta Tipo Lasagne Di Pasta Fresca
1000 G Bietole
600 G Ricotta Di Pecora
200 G Formaggio Grana Grattugiato
50 G Formaggio Pecorino
1 1/2 Bicchiere Vino Bianco Secco
50 Cl Latte
1 Rametto Rosmarino
12 Foglie Salvia
Olio D’oliva Extra-vergine
Sale
Aglio

Preparazione:
In un largo tegame tagliate l’aglio sottilmente e fatelo insaporire in abbondante olio con una decina di foglie di salvia. Appena dorato, versatevi le bietole ben lavate e tagliate a listarelle. Mescolate, abbassate la fiamma e fate stufare le bietole con il vino finché questo non sarà completamente evaporato. Spegnete il fuoco, lasciate intiepidire e mescolate verdura con la ricotta stemperata con metà del latte. Lessate al dente le lasagne in acqua salata con un poco d’olio, scolatele, allargatele su un panno, pulitissimo e inodore, e operate nel solito modo, ossia alternando in una pirofila strati di pasta a strati di condimento e spolverizzando ognuno di questi ultimi con il formaggio. Terminate con uno strato di bietole e ricotta e al posto del parmigiano grattugiate qui il pecorino. Cospargete con aghetti di rosmarino e ancora qualche foglia di salvia. Versate sopra il resto del latte mischiato a un paio di cucchiai d’olio e mettete le lasagne nel forno caldo a 200 gradi per circa un quarto d’ora.

Leggi anche: Ricetta Penne Alla Ricotta


Buona preparazione e facci sapere nei commenti come ti è venuta!

Leggi anche

bootloader
Guide

Come sbloccare bootloader Android

Strumento di sicurezza, ma anche freno alla creatività e limite alle necessità dei singoli utenti: signore e signori, il bootloader (e come sbloccarlo). Che cos'è un bootloader? Il termine in questione sta diventando familiare soprattutto tra gli utenti di smartphone, in particolare quelli che montano un sistema operativo Android, semplicemente perché è quello più "conveniente" da sbloccare, soprattutto per le possibilità che tale sistema operativo fornisce nell'ambito della personalizzazione del proprio dispositivo per mezzo dell'installazione di programmi non autorizzati. In realtà, ogni dispositivo che funziona grazie all'interfaccia fornita da un sistema operativo - quindi anche un comune PC - dispone Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*