Come fare l’autoesame al seno COMMENTA  

Come fare l’autoesame al seno COMMENTA  

L’autoesame al seno, da effettuare tra il 7° e il 14° giorno del ciclo, dovrebbe essere un appuntamento mensile. Si comincia osservando il seno, davanti ad uno specchio, con le braccia alzate e le mani dietro la testa, controllando l’aspetto della pelle, la forma delle mammelle e dei capezzoli. Si prosegue con la palpazione, prima in piedi e poi sdraiata a pancia in su.


In posizione eretta, appoggiare i polpastrelli delle dita di una mano sulla mammella opposta (mantenendo il braccio di quel lato sulla testa). Massaggiare in senso circolare, prima con una pressione superficiale, poi di media intensità, quindi più profonda, a partire dall’ascella, continuando con ampi movimenti a spirale intorno alla curva del seno, verso l’interno e l’esterno del capezzolo.


Ripetere la stessa operazione con l’altra mano sull’altro seno. Quindi rifare lo stesso movimento in posizione supina, con un cuscino o un asciugamano sotto la spalla, in modo da distendere bene i tessuti della mammella da esaminare.

Infine, premere delicatamente i capezzoli per verificare se c’è fuoriuscita di secrezione.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*