Come fare le vaccinazioni per l’Etiopia

Voli e Trasporti

Come fare le vaccinazioni per l’Etiopia

L’Etiopia è una delle nazioni più antiche del mondo ed è anche la seconda nazione cristiana più antica, convertitasi nel IV secolo. Le prime tracce dell’evoluzione umana sono state trovate in Etiopia. Per farele vaccinazioni per recarvi in Etiopia, seguite questi passaggi.

1. Consultate un medico sulla vaccinazione (meningococcica) contro la meningite. Per coloro che visitano che zona durante la stagione secca (da dicembre a giugno), il Center for Disease Control (CDC) raccomanda di fare la vaccinazione meningococcica.

2. Fate una cura di atovaquone/proguanil, doxiciclina o meflochina per prevenire la malaria. Tutta l’ Etiopia sotto 6.561 metri di altitudine è a rischio di malaria, ad eccezione della città di Addis Abeba.

3. Fate le vaccinazioni per l’epatite A, epatite B, il tifo, la rabbia e polio almeno un mese o due prima della partenza all’Etiopia.

4. Aggiornate le vaccinazioni per difterite/pertosse/tetano (DPT), poliomielite, l’influenza, morbillo/parotite/rosolia (MMR), varicella e qualsiasi altre vaccinazioni di “routine” il medico di famiglia ritenesse necessarie.

5.

Ottenete un certificato internazionale di vaccinazione (ICV) per la febbre gialla se entrate in Etiopia da un paese dove è presente la febbre gialla. L’Etiopia è nella zona endemica di febbre gialla, come tre dei suoi vicini: Somalia, Kenya e Sudan.

6. Prendete precauzioni per evitare la malaria e altre malattie portate da insetti. In Etiopia si possono contrarre dengue, leishmaniosi, filariosi e cecità fluviale (oncocercosi). Indossate maniche lunghe, pantaloni lunghi e cappelli quando siete all’aperto. Fate uso di repellenti per gli insetti e dormite sotto le zanzariere.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche