Come fare l’eyeliner perfetto

Guide

Come fare l’eyeliner perfetto

EYELINER PERFETTO in 2 mosse!

L’eyeliner è forse il più amato e allo stesso tempo odiato passaggio del make up. Steso alla perfezione dona immediatamente profondità e sensualità allo sguardo, completando anche il trucco più naturale.

La sua applicazione è però un po’ complicata e le sbavature e le imprecisioni sono dietro l’angolo, così come la possibilità di ritrovarsi con un occhio diverso dall’altro.

Come riuscire quindi a mettere l’eyeliner in modo impeccabile senza così rinunciare alla sua applicazione? Seguire queste indicazioni potrebbe essere utile.

1. Prima di tutto dobbiamo ricordarci che la cosa più importante è sicuramente “prenderci la mano”, quindi più ci si abitua ad utilizzarlo senza abbandonarlo nel fondo del cassetto, prima si imparerà ad applicarlo correttamente e facilmente. Non abbattetevi alla prima delusione e prendetevi quindi qualche minuto ogni giorno, magari la sera prima di struccarvi o quando ne avete la possibilità, per fare qualche prova “tecnica”.

2.

Non tutti gli eyeliner sono uguali. Ne esistono di diverse formulazioni in commercio. Prima di tutto dobbiamo distinguere tra l’eyeliner a penna, l’eyeliner liquido e l’eyeliner in gel. Il primo è particolarmente indicato alle meno esperte perchè permette un’applicazione precisa senza richiedere una manualità particolare. Quello liquido è sicuramente il più difficile dei tre, perchè è costituito da un pennino di feltro molto sottile che viene intinto nel colore e che richiede più precisione e mano ferma. L’eyeliner in gel è invece costituito da una boccetta di colore gelatinoso e si usa con un pennellino angolato. Anche quest’ultimo richiede precisione e manualità ma con il tempo si fa l’abitudine.

3. L’applicazione. Non usate specchietti troppo piccoli da tenere in mano, se non siete esperte. Un trucchetto molto utile è quello di appoggiare il gomito destro (se usiamo la destra) allo specchio del bagno per mantenere più ferma la mano.

4.

Con la sinistra è possibile tenere tesa la palpebra mobile soprattutto nel caso in cui questa presenti molte pieghette. A questo punto è indicato iniziare a tratteggiare dei piccoli tratti di nero il più possibile vicini all’attaccatura delle ciglia superiori.

5. è sempre meglio cominciare dal centro dell’occhio piuttosto che dall’angolo interno perchè il pennellino all’inizio sarà particolarmente carico di prodotto.

6. Una volta disegnata la linea seguendo le ciglia, arriva il momento di disegnare la “codina”. Basta tracciare una piccola linea a partire dall’attaccatura delle ciglia nell’angolo esterno dell’occhio seguendo esattamente la traettoria della rima cigliare inferiore.

7. Non protrarre la codina oltre il punto più esterno del sopracciglio.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*