Come fare: Orata Al Burro D’arancia – Ricetta pesce COMMENTA  

Come fare: Orata Al Burro D’arancia – Ricetta pesce COMMENTA  

Ecco la ricetta del giorno: Orata Al Burro D’arancia. Ti insegnamo a farla velocemente e nel modo migliore. Farai una splendida figura e i tuoi ospiti te ne saranno grati. L’importante è l’ingrediente principale: Orata.

Se segui alla lettera i consigli di ComeQuando ti verrà una meraviglia!

Passiamo quindi alla ricetta:

Tipo di piatto: Pesce
Ingrediente principale: Orata
Persone: 4
Ingredienti:
900 G Orata (pesci Da 450 G Ognuno)
1 Cipolla Rossa Piccola
1 Porro
1 Cucchiaino Semi Di Finocchio
5 Grani Pepe
70 G Burro
4 Arance Sugose A Scorza Sottile
1 Bicchierino Vermouth Bianco
2 Cucchiai Olio D’oliva Extra-vergine
Sale
Pepe

Preparazione:
Pulite, lavate e asciugate i pesci. Pestate in un mortaio i semi di finocchio, il pepe e una presa di sale grosso, incidete i fianchi dei pesci con 2-3 tagli e conditeli con i semi di finocchio; condite anche l’interno, tagliate una delle arance a fette e sistemate una fetta d’arancia all’interno di ogni pesce. Tagliate a metà il porro e lavate bene le foglie, affettate la cipolla rossa. Sistemate le strisce di porro sul fondo di una pirofila unta appena, aggiungete le fette di arancia e le due orate, conditele con un giro d’olio. Coprite la pirofila con un foglio di alluminio e cuocete in forno a 180 gradi per 15 minuti, scoprite il recipiente e continuate la cottura per 10 minuti circa. Nel frattempo mettete la cipolla in una casseruola con il vino e il succo delle rimanenti arance. Fate ridurre a fuoco vivace finché il succo si addensa e diventa sciropposo, salate e pepate. Versate la preparazione in un barattolo a chiusura ermetica, aggiungete il burro freddo a dadini, chiudete e agitate il barattolo finché il burro sarà sciolto e perfettamente amalgamato. Servite il pesce su un piatto da portata guarnito con le strisce di porro gratinate, le fette di arancia e la salsa a parte in una salsiera riscaldata.


Buona preparazione e facci sapere nei commenti come ti è venuta!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*