Come fare: Pasta Di Mandorle (4) - Ricetta dessert - Notizie.it

Come fare: Pasta Di Mandorle (4) – Ricetta dessert

Guide

Come fare: Pasta Di Mandorle (4) – Ricetta dessert

Ecco la ricetta del giorno: Pasta Di Mandorle (4). Ti insegnamo a farla velocemente e nel modo migliore. Farai una splendida figura e i tuoi ospiti te ne saranno grati. L’importante è l’ingrediente principale: Mandorle Dolci.
Se segui alla lettera i consigli di ComeQuando ti verrà una meraviglia!

Passiamo quindi alla ricetta:

Tipo di piatto: Dessert
Ingrediente principale: Mandorle Dolci
Persone: 4
Ingredienti:
1000 G Mandorle Dolci Sbucciate Dopo Averle Immerse In Acqua Bollente
1000 G Zucchero
6 Mandorle Amare Di Albicocca

Preparazione:
Ricetta natalizia. Si macinano le mandorle al tritacarne, aggiungendo ogni tanto un cucchiaino d’acqua per non far asciugare troppo le mandorle e perdere il loro olio. Lo zucchero si mette in una casseruola al fuoco con un po’ d’acqua, circa 300 g, per poter fare il giulebbe, e quando sta per filare, dopo circa 10 minuti, e prendendo una goccia tra pollice e indice si vede che fa il piccolo filo, si versano le mandorle macinate.

Per fare questa preparazione senza bruciarsi è necessario prima bagnarsi le dita con un po’ d’acqua fredda. Si cuoce la pasta di mandorle a fuoco lento, sempre girando per evitare che si attacchi al tegame. Quando si nota che comincia a staccarsi dalla casseruola, si può considerare cotta e si toglie dal fuoco. Si versa in un piatto e si lascia raffreddare. Quando la pasta è completamente fredda, si lavora e s’impasta con le mani, poi si può colorarla aggiungendo cacao amaro per farla diventare color cioccolato, polvere di cocciniglia o alchermes per farla diventare rossa o rosa, zafferano per il color giallo, e altri coloranti per dolci per gli altri colori. Dalla pasta di mandorle derivano una molteplicità di dolci nel Salento, di cui i piu famosi sono sicuramente il pesce natalizio e l’agnello dolce pasquale.

Buona preparazione e facci sapere nei commenti come ti è venuta!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*