Come fare: Pasta Genovese – Ricetta dessert COMMENTA  

Come fare: Pasta Genovese – Ricetta dessert COMMENTA  

Ecco la ricetta del giorno: Pasta Genovese. Ti insegnamo a farla velocemente e nel modo migliore. Farai una splendida figura e i tuoi ospiti te ne saranno grati. L’importante è l’ingrediente principale: Burro.

Se segui alla lettera i consigli di ComeQuando ti verrà una meraviglia!

Passiamo quindi alla ricetta:

Tipo di piatto: Dessert
Ingrediente principale: Burro
Persone: 4

Note:
Luogo: Liguria. Luogo: Genova.


Ingredienti:
100 G Farina Bianca 00
100 G Zucchero Semolato
50 G Burro Freschissimo
3 Uova
1 Pizzico Vaniglina
Sale

Preparazione:
Rompete le uova in un polsonetto, unite lo zucchero, la vaniglina, e un pizzico di sale. Ponete il recipiente su fuoco basso mettendovi sotto uno spartifiamma e sempre sbattendo con la frusta scaldate il composto sino ad una temperatura di circa 40 gradi (tiepido ma non caldo); levate allora il recipiente dal fuoco e continuate a sbattere vigorosamente, ottenendo un impasto freddo e considerevolmente aumentato di volume. Incorporatevi allora la farina fatta cadere a pioggia da un setaccino, mescolando con il cucchiaio di legno dal basso in alto e viceversa, ma non in senso rotatorio. unite poi il burro sciolto e tiepido fatto scendere a filo. Imburrate ed infarinate uno stampo quadrato, avente il lato di cm 20 ed a parete alta cm 10, leggermente svasata; versate in esso il composto. Passatelo in forno già caldo (180 gradi) per circa 30 minuti; sformate poi la pasta sulla gratella coperta da un canovaccio rivoltandola subito e lasciandola raffreddare. Solitamente questa pasta viene tagliata a strati e farcita con creme diverse come ad esempio ‘crema al burro’, ‘crema pasticciera’, ‘chantilly’, ‘crema all’inglese’ ed anche ‘zabaglione’. Si può rivestire la superficie con cioccolato o zucchero fondente, oppure servire il dolce decorato semplicemente con frutta e confettura.


Buona preparazione e facci sapere nei commenti come ti è venuta!

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*