Come fare: Peperoni Farciti Al Formaggio – Ricetta contorno COMMENTA  

Come fare: Peperoni Farciti Al Formaggio – Ricetta contorno COMMENTA  

Ecco la ricetta del giorno: Peperoni Farciti Al Formaggio. Ti insegnamo a farla velocemente e nel modo migliore. Farai una splendida figura e i tuoi ospiti te ne saranno grati. L’importante è l’ingrediente principale: Peperoni.

Se segui alla lettera i consigli di ComeQuando ti verrà una meraviglia!

Passiamo quindi alla ricetta:

Tipo di piatto: Contorno
Ingrediente principale: Peperoni
Persone: 4
Ingredienti:
4 Peperoni Piuttosto Grandi
225 G Funghi Coltivati
50 G Mozzarella
1 Uovo
1 Cipolla
100 G Pinoli E Nocciole Tritati
100 G Pomodori Pelati
1 Cucchiaio Erbe Aromatiche Secche
2 Cucchiai Olio D’oliva
Sale
Pepe

Preparazione:
Lavate accuratamente i peperoni, tagliate la calotta superiore e, aiutandovi di un coltellino, privateli delle nervature bianche e dei semi prestando attenzione a non intaccare la polpa. Sbollentateli per 5 minuti in acqua salata, quindi scolateli e fateli sgocciolare bene e asciugateli esternamente con un foglio di carta assorbente. Ungete la pirofila e disponete i peperoni in piedi ben accostati. In padella fate scaldare l’olio e aggiungete la cipolla mondata e finemente tritata, appena accenna a prendere colore, unite anche i funghi, mescolate e lasciate stufare per cinque minuti. A questo punto aggiungete anche la frutta secca tritata, le erbe aromatiche e i pomodori grossolanamente sminuzzati, regolate con il sale e il pepe e lasciate insaporire per qualche minuto. Trasferite il composto in una pirofila e lasciate intiepidire; quindi unite l’uovo leggermente sbattuto e amalgamate il composto con cura. Riempite ogni peperone con qualche cucchiaiata di farcia, tagliate la mozzarella in quattro fette appoggiate sui peperoni. Passate la pirofila in forno già caldo (180 gradi) per 25-30 minuti, quindi sfornate e servite subito ben caldo nel recipiente di cottura.


Buona preparazione e facci sapere nei commenti come ti è venuta!

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*