Come fare: Polpa Di Cavallo Alla Piota – Ricetta carne COMMENTA  

Come fare: Polpa Di Cavallo Alla Piota – Ricetta carne COMMENTA  

Ecco la ricetta del giorno: Polpa Di Cavallo Alla Piota. Ti insegnamo a farla velocemente e nel modo migliore. Farai una splendida figura e i tuoi ospiti te ne saranno grati. L’importante è l’ingrediente principale: Cavallo.

Se segui alla lettera i consigli di ComeQuando ti verrà una meraviglia!

Passiamo quindi alla ricetta:

Tipo di piatto: Carne
Ingrediente principale: Cavallo
Persone: 4
Ingredienti:
Fette Di Cavallo
Maggiorana
Olio D’oliva
Dado
Pepe
Sale
Timo

Preparazione:
Si prepari, in una zuppiera, un infuso di acqua, dado sciolto nella stessa, nonchéè pepe, sale, timo e maggiorana, il tutto ridotto in poltiglia con il pestello. La si amalgami con un goccio d’olio. Per cuocere la carne si può procedere in due distinti modi. Primo modo. In un piatto fondo ovale si tenga pronto l’infuso. In questo si passino le fette di polpa e poi, subito dopo, sulla piota calda per un tempo breve di cottura (solo una buona scottata). Secondo modo. Si mettano le fette di polpa sulla piota calda, senza passarle nell’infuso, per un tempo di cottura a piacimento del commensale. Un minuto prima di togliere dalla pietra, si versi l’infuso sopra e sotto le fette, servendole subito. E’ un modo di cucinare la carne tradizionalmente chiavennasco. L’infuso naturalmente, può essere impiegato anche con altri tipi di carne e, con il primo modo, specialmente con le costine di maiale. La miscela, come è denominato l’infuso nel gergo locale, può variare nella sua composizione con l’aggiunta di altri aromi che si armonizzino con quelli già contenuti, come l’aglio, la noce moscata, la cannella, ecc.


Buona preparazione e facci sapere nei commenti come ti è venuta!

Leggi anche

Linkedin: cos'è Lynda
Guide

Linkedin: cos’è Lynda

Linkedin si specializza nel campo della formazione online e acquista Lynda. Andiamo a vedere cos'è e come funziona questa opportunità Di Linkedin e delle sue caratteristiche abbiamo già parlato in diversi articoli, come ad esempio Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*