Come fare riciclo creativo con saponette COMMENTA  

Come fare riciclo creativo con saponette COMMENTA  

riciclo creativo con saponette

Gli avanzi di sapone sono inutilizzabili ma è un peccato buttarli, vediamo quindi come fare riciclo creativo con saponette.

Fare riciclo creativo con saponette è molto semplice e anche divertente.

Leggi anche: Ricette: Zuppa di verdure e formaggio

Chiunque usi saponette per lavarsi le mani rimane con dei piccoli avanzi inutilizzabili. Ma anche se usate quotidianamente solo il sapone liquido, di sicuro avrete in casa qualche campiocino dimenticato o qualche mini-saponetta (di quelle che si portano a casa dopo i soggiorni negli hotel) che potete riciclare e non lasciarla abbandonata nel cassetto del bagno.

Leggi anche: Zuppa di piselli a cottura lenta

Un primo modo rapidissimo per riutilizzare le vostre saponette è unendole. Basterà tenere da parte 3 o 4 avanzi, bagnarli un poco e pressarli insieme con i palmi delle mani.

In questo modo avrete una saponetta di dimensioni utilizzabili. Se preferite potete anche usare lo stesso metodo per unire il mozzicone di sapone alla vostra nuova saponetta.

L'articolo prosegue subito dopo

Un secondo utilizzo per economizzare è mettere le saponette fatte in piccoli pezzetti nel cassettino della lavatrice insieme al classico detersivo e usarle per lavare il prossimo bucato. Un’alternativa sempre su questa linea è usare gli avanzi per pretrattare i capi prima di lavarli o aggiungerli all’acqua calda quando mettete in ammollo i vestiti. Un’ulteriore utilizzo riguardante i vestiti è usare il sapone come profumatore d’ambiente. Se avete a disposizione del sapone particolarmente profumato, inserite i pezzi in dei sacchetti di stoffa leggera o bucherellata, tipo quelli in cui mettono spesso i gioielli, e posizionateli nei cassetti della biancheria o negli armadi. Se vi dilettate di cucito, magari vi capiterà di rimanere senza gesso per segnare la stoffa, anche in questo caso i vostri avanzi di saponette possono tornarvi utili. Il sapone solido infatti scrive sulla stoffa in modo visibile e si toglie al primo lavaggio, è quindi un valido sostituto del gesso da sarta. Se invece cercate uno sfogo creativo potete creare delle nuove saponette completamente personalizzate con i vostri avanzi. La prima cosa che dovete fare è ridurre in scaglie il sapone tramite una grattuggia. Poi mettetelo in un pentolino e iniziate a scaldarlo a bagno maria. Aspettate che si sia sciolto completamente. Potete a questo punto aggiungere oli essenziali per dargli il profumo che preferite o inserire nella miscela fiori ed erbe, come la lavanda, che hanno la stessa funzione. Un consiglio è acquisire qualche nozione di aroma terapia e sfruttarla per creare il sapone perfetto per voi, che vi dia energia o vi aiuti a rilassarvi. Inoltre se il vostro composto risulta bianco o di una tonalità smorta potete sempre colorarlo. Esistono infatti dei coloranti appositi per tingere il sapone o, se preferite avere una cosa totalmente naturale, è possibile colorare le saponette anche con il caffè o il cacao. Superata questa fase dovete far raffreddare il vostro sapone per renderlo utilizzabile. Versatelo quindi in degli stampini, anche su questo potete sbizzarrirvi con le forme che preferite. Se non avete stampini apposta a disposizione potete utilizzare quelli semplici per muffin o anche delle normali ciotoline di plastica. Se invece proprio le saponette non vi piacciono è possibile trasformarle in sapone liquido semplicemente facendole sciogliere e aggiungendo molta acqua.

Leggi anche

sopracciglia-dritte
Guide

Come fare le sopracciglia dritte

A seconda della forma del viso si possono modellare le sopracciglia: ecco a chi va vanno bene le sopracciglia dritte di linea orizzontale. Avere sopracciglia ben curate rende lo sguardo più intenso e seducente: quindi non bisogna mai trascurare questa parte del viso. A seconda della forma del volto si possono scegliere varie tipologie di sopracciglia: ecco come ottenere le sopracciglia dritte come Natalie Portman o Jessica Alba. Le sopracciglia dritte hanno un arco appena accennato oppure non lo hanno affatto. Se sono folte necessitano di cura quotidiana e tendono a svilupparsi vicino agli occhi. Optando per questa forma di Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*