Come fare sciacqui con acqua e sale dopo aver tolto un dente COMMENTA  

Come fare sciacqui con acqua e sale dopo aver tolto un dente COMMENTA  

Sebbene le estrazioni dentarie siano procedure semplici, i pazienti possono continuare ad avere dolore e correre il rischio di infezioni anche una volta rimosso il dente. Fare degli sciacqui con acqua e sale tutti i giorni dopo l’estrazione previene le infezioni, guarisce i tagli e velocizza il tempo di convalescenza.

Leggi anche: L’acqua salata e il bicarbonato di sodio aiutano con il mal di gola


Sciacquare la bocca con acqua e sale dopo aver tolto un dente

Istruzioni

1 Aspettate 24 ore dopo l’estrazione prima di sciacquare, in modo da non sentire troppo dolore.

2 Riempite una tazza o un bicchiere con dell’acqua calda. Assicuratevi che l’acqua non sia troppo calda per evitare dolore o di ustionarvi l’interno della bocca.

Leggi anche: Come immergere la frutta e la verdura in acqua salata per rimuovere i pesticidi


3 Aggiungete circa mezzo cucchiaino di sale da tavola all’acqua. Mescolate delicatamente con un cucchiaio.

4 Riempite la bocca con l’acqua salata e fatela scorrere in ogni parte, concentrandovi sull’area dell’estrazione. Fate questa operazione per 30-60 secondi.


5 Sputate l’acqua salata nel lavandino. Sciacquate con cura la bocca con acqua tiepida per rimuovere le tracce di acqua salata.

6 Ripetete i passi da 2 a 5 quando vi svegliate, dopo ogni pasto e prima di andare a letto per evitare infezioni.

Leggi anche

PRESEPE.
Guide

Presepe fai da te: consigli

A quale periodo risale il presepe? Cosa significa la parola "presepe"? Scopriamo insieme come allestire un presepe fai da te. "Presepe" è una parola latina che significa "luogo recintato" ed è il termine per definire la rappresentazione della nascita di Gesù Cristo nella mangiatoia, circondato da Giuseppe e maria, il bue e l'asinello, i pastori e i Re Magi. La scena della nascita di Gesù è chiamata anche "Natività". La rappresentazione della nascita di Gesù ha origini antichissime e la troviamo già nelle vecchie catacombe dove i primi Cristiani si nascondevano per scappare alle persecuzioni da parte degli imperatori romani Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*