Come fare: Spaghetti Al Pesto Delle Lipari (2) - Ricetta primo - Notizie.it

Come fare: Spaghetti Al Pesto Delle Lipari (2) – Ricetta primo

Guide

Come fare: Spaghetti Al Pesto Delle Lipari (2) – Ricetta primo

Ecco la ricetta del giorno: Spaghetti Al Pesto Delle Lipari (2). Ti insegnamo a farla velocemente e nel modo migliore. Farai una splendida figura e i tuoi ospiti te ne saranno grati. L’importante è l’ingrediente principale: Pinoli.
Se segui alla lettera i consigli di ComeQuando ti verrà una meraviglia!

Passiamo quindi alla ricetta:

Tipo di piatto: Primo
Ingrediente principale: Pinoli
Persone: 4

Note:
Luogo: Sicilia.

Ingredienti:
350 G Pasta Tipo Fusilli
2 Cucchiai Mandorle Pelate
2 Cucchiai Pinoli
2 Cucchiai Gherigli Di Noci
2 Cucchiai Olio D’oliva Extra-vergine
6 Pomodori San Marzano Ben Maturi
1 Spicchio Aglio
10 Foglie Menta
1 Pezzetto Peperoncino
Sale

Preparazione:
Tuffate per qualche secondo i pomodori in acqua in ebollizione quindi passateli sotto l’acqua fredda, pelateli e privateli dei semi. Mettete nel bicchiere del mixer le mandorle, i pinoli, le noci, lo spicchio d’aglio spellato e un pezzetto di peperoncino. Frullate per 1 minuto fino ad avere un composto fine e omogeneo.

Quindi fermate il motore e mettete nel bicchiere i pomodori, l’olio, le foglie di menta e il sale. Frullate ancora per 30 e versate il pesto in una zuppiera. Cuocete la pasta, scolatela al dente e versatela nella zuppiera. Mescolate bene e servite subito. La salsa fredda farà intiepidire inevitabilmente la pasta: se la desiderate ben calda, potete appoggiare per qualche minuto la zuppiera con la salsa sopra la pentola dove sta cuocendo la pasta. A volte, anche in piena stagione, i pomodori possono essere un po’ acquosi e, in questo caso, perché il pesto non risulti troppo diluito, dopo aver pelato e diviso in 2 i pomodori, si possono salare e lasciare per 30 minuti circa dentro il colapasta in modo che perdano parte dell’acqua di vegetazione.

Buona preparazione e facci sapere nei commenti come ti è venuta!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*