Come fare: Spalla D’agnello Alla Sarda Con Finocchi Selvatici – Ricetta carne COMMENTA  

Come fare: Spalla D’agnello Alla Sarda Con Finocchi Selvatici – Ricetta carne COMMENTA  

Ecco la ricetta del giorno: Spalla D’agnello Alla Sarda Con Finocchi Selvatici. Ti insegnamo a farla velocemente e nel modo migliore. Farai una splendida figura e i tuoi ospiti te ne saranno grati. L’importante è l’ingrediente principale: Agnello.

Se segui alla lettera i consigli di ComeQuando ti verrà una meraviglia!

Passiamo quindi alla ricetta:

Tipo di piatto: Carne
Ingrediente principale: Agnello
Persone: 4

Note:
Luogo: Sardegna. Preparazione: 60 minuti.


Ingredienti:
3 Spalle D’agnello Da Latte
1 Mazzetto Finocchietti Selvatici
80 G Cipolla
1 Bicchiere Vino Bianco Secco
Olio D’oliva
Alcune Foglie Mirto
Sale
Pepe

Preparazione:
Scottate i finocchi in poca acqua bollente salata. Scolateli, tagliateli a pezzi e teneteli da parte e conservatene l’acqua di cottura. Pulite di ogni pare grassa le spalle a tagliatele a pezzi regolari. Tritate la cipolla e mettetela in una casseruola, possibilmente di coccio, e lasciatela imbiondire in un po’ d’olio. Prima che scurisca aggiungete un paio di cucchiaiate di vino. Quando vedete che la cipolla inizia a perdere consistenza, unite i pezzi di agnello e girandoli spesso, fateli rosolare. Quando la carne sarà colorita, salatela, pepatela e bagnate con il resto del vino che lascerete parzialmente evaporare. Unite i finocchi e un mestolo della loro acqua di cottura. Coprite e lasciate stufare a fuoco lento per circa un’ora, aggiungendo, se il sugo dovesse restringersi troppo, ancora acqua dei finocchi. Circa dieci minuti prima di finire la cottura, scoprite, correggete di sale e lasciate addensare il sugo, in modo che la carne risulti leggermente glassata. Servitela con il suo intingolo.


Buona preparazione e facci sapere nei commenti come ti è venuta!

Leggi anche

Linkedin: cos'è Lynda
Guide

LinkedIn: come si può chattare

Tutta la procedura per scoprire il lato "frivolo" di LinkedIn e chattare liberamente con i propri contatti. Abbiamo già parlato di LinkedIn in precedenza: in particolare, vi avevamo illustrato cinque buone ragioni per iscriversi a Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*