Come fare: Stracci Agli Scampi E Asparagi – Ricetta primo COMMENTA  

Come fare: Stracci Agli Scampi E Asparagi – Ricetta primo COMMENTA  

Ecco la ricetta del giorno: Stracci Agli Scampi E Asparagi. Ti insegnamo a farla velocemente e nel modo migliore. Farai una splendida figura e i tuoi ospiti te ne saranno grati. L’importante è l’ingrediente principale: Scampi.

Leggi anche: Ricetta Fazzoletti Con Asparagi

Se segui alla lettera i consigli di ComeQuando ti verrà una meraviglia!

Passiamo quindi alla ricetta:

Tipo di piatto: Primo
Ingrediente principale: Scampi
Persone: 4
Ingredienti:
Per La Pasta:
200 G Farina
2 Uova
1 Tuorlo D’uovo
Sale
Per Il Piatto:
20 Asparagi
30 G Olio D’oliva Extra-vergine
30 G Burro
1 Cucchiaino Cipolla Tritata
20 Scampi Freschi
Sale
Pepe
4 Cucchiaini Sherry Secco
1 Spicchio Aglio

Preparazione:
Impastare la farina con le uova ed il rosso d’uovo, aggiungere sale, e continuare per 10 minuti fino a quando l’impasto è soffice ed omogeneo. Stendere la pasta e tagliarla irregolarmente in modo da ottenere gli stracci. Bollire o cuocere al vapore gli asparagi, togliere poi i gambi. Lasciare in disparte 12 punte di asparagi e tagliare il resto in piccoli pezzi. Rosolare la cipolla tritata in una padella con 1 cucchiaino d’olio e 1 cucchiaio di burro. Aggiungere gli scampi e gli asparagi tagliati, sale e pepe. Innaffiare con lo Sherry e cuocere fino a farlo evaporare. Cuocere la pasta in acqua salata fino a renderla al dente. Mentre la pasta bolle, mettere uno spicchio d’aglio e un cucchiaino d’olio nell’acqua. Scolare la pasta e metterla nella padella con gli scampi. Mantecare energicamente su fuoco alto fino a far evaporare il succo rimasto. Rimuovere dalla padella l’aglio ed aggiungere altro olio, con del brodo e il burro rimasto. Mantecare, togliere dal fuoco e servire con le punte di asparagi accantonate.

Leggi anche: Ricetta Asparagi Al Guanciale


Buona preparazione e facci sapere nei commenti come ti è venuta!

Leggi anche

bootloader
Guide

Come sbloccare bootloader Android

Strumento di sicurezza, ma anche freno alla creatività e limite alle necessità dei singoli utenti: signore e signori, il bootloader (e come sbloccarlo). Che cos'è un bootloader? Il termine in questione sta diventando familiare soprattutto tra gli utenti di smartphone, in particolare quelli che montano un sistema operativo Android, semplicemente perché è quello più "conveniente" da sbloccare, soprattutto per le possibilità che tale sistema operativo fornisce nell'ambito della personalizzazione del proprio dispositivo per mezzo dell'installazione di programmi non autorizzati. In realtà, ogni dispositivo che funziona grazie all'interfaccia fornita da un sistema operativo - quindi anche un comune PC - dispone Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*