Come fare un curriculum COMMENTA  

Come fare un curriculum COMMENTA  

curriculum

come fare curriculum

È arrivato il momento di entrare nel mondo del lavoro bisogna compilare il famoso curriculum? Come inserire i dati nel modo giusto? Ecco alcuni suggerimenti

Il curriculum non è un semplice foglio di carta dove annotare le esperienze di studio e di lavoro. Rispecchia la personalità e gli interessi di ognuno e, se compilato a dovere, diventa la chiave per aprire le porte del mondo del lavoro. Il rischio che spesso si corre è che il curriculum non sia compilato con serietà, che risulti poco originale e che venga cestinato. Ecco alcuni consigli per inserire le informazioni nel modo più efficace.

Primo punto: usare il formato europeo o compilare un curriculum di proprio pugno? In genere il formato europeo è meglio sceglierlo solo se espressamente richiesto. Questo perché non permette, a differenza di quello tradizionale, di valutare le competenze del candidato in modo approfondito. Le esperienze non devono ridursi a un mero elenco di attività. Poi puntare sulle competenze, sulla loro accurata descrizione e coniugare la teoria con la pratica.


I dati da inserire senza remore sono quelli anagrafici – nome, cognome, città di nascita, residenza, recapiti mail e telefonici e data di nascita. Proprio la data di nascita è uno dei più importanti perché permette subito di capire se il candidato ha l’età richiesta dall’annuncio. E la foto? Alcuni la ritengono imprescindibile, quasi un biglietto da visita del candidato. Altri invece non la ritengono necessaria perché potrebbe essere un’arma a doppio taglio. Se si decide di inserirla, deve avere uno sfondo neutro e ritrarre solo il viso. Scegliere la foto giusta è molto importante: se non si è convinti delle foto a disposizione meglio non inserirla.


Quando si citano le esperienze, è bene ricordarsi di partire da quelle più recenti e poi man mano inserire quelle precedenti. È imprescindibile evidenziare le connessioni tra esperienza formativa e lavorativa, per sottolineare i vostri interessi. Come già detto, la chiave di volta sta nel puntare sulle competenze e spiegare con cura cosa si sa fare. Non tutti sanno cosa si cela dietro molte nuove sigle e espressioni, quindi meglio chiarire tutto subito.


 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*