Come fare una marmellata per diabetici

Cucina

Come fare una marmellata per diabetici

marmellata

Esistono tante tipologie di marmellate senza zucchero ideali per chi soffre di diabete. Scopri come prepararla.

Le marmellate senza zucchero sono ideali per tutte le persone che soffrono di diabete. Nei maggiori supermercati si possono trovare una grande varietà di marmellate senza zucchero. Ma chi per motivi di salute non può consumare zuccheri in eccesso deve stare molto attento prima di comprare qualsiasi tipo di marmellata. Una soluzione semplice e pratica per non rinunciare a fare colazione con la marmellata consiste nel prepararla a casa senza aggiungere zucchero.

Preparazione marmellata per diabetici

Preparare la marmellata senza zucchero è un procedimento relativamente facile che si può eseguire senza problemi in casa. La prima scelta da effettuare è quella relativa al frutto che si vuole utilizzare. In questo senso è doveroso ricordare che se si desidera fare una marmellata di pere o albicocche bisognerà aggiungere un mela tagliata a pezzi piccoli ogni 500 grammi di frutti. L’aggiunta della mela è fondamentale perché regalerà alla marmellata un sapore dolce totalmente naturale.

La cosa principale di cui bisogna stare attenti quando si prepara una marmellata senza zucchero è la sterilizzazione dei barattoli.

I barattoli in vetro e i loro coperchi dovranno infatti essere sterilizzati in acqua bollente. Una volta sterilizzati dovranno essere asciugati subito per poi inserirci al loro interno la marmellata quando è ancora calda. Utilizzando circa 1 kg di frutta si riuscirà a ottenere un prodotto ideale per riempire circa 2/3 barattoli di media grandezza.

Infine, per garantire una totale sterilizzazione, è consigliabile aggiungere in ogni barattolo di marmellata un cucchiaio di alcol alimentare, il cui sapore scomparirà totalmente.

Istruzioni

Cosa occorre:

  1. 2 tazze di fragole o mirtilli freschi
  2. 1 confezione (0,3 oz.) di gelatina senza zucchero di fragola o uva
  3. Pentola grande
  4. Cucchiaio di legno
  5. 1 barattolo
  • Sterilizzare i barattoli che verranno usati per conservare la marmellata. Uno dei migliori metodi di sterilizzazione è quello di lavare i barattoli e i rispettivi coperchi in acqua tiepida e sapone, poi risciacquare abbondantemente. Metterli in una pentola, coprire con acqua, mettere un coperchio sulla pentola e portare l’acqua ad ebollizione.

    Tenendo sempre il coperchio sopra la pentola far bollire per 20 minuti.

  • Lasciare che l’acqua e i contenitori raffreddino a temperatura ambiente. Una volta raffreddati, togliere l’acqua dalla pentola. Tenere i contenitori e coperchi nella pentola fino al momento di usarli. Maneggiarli il meno possibile, soprattutto le parti che richiedono sterilizzazione, come le guarnizioni o la parte interna del barattolo.
  • Mescolare 2 tazze di fragole fresche tagliate a pezzi o i mirtilli in una grande casseruola, mettere sul fornello a fuoco medio-basso. Aggiungere la gelatina senza zucchero e una tazza di acqua. Se la marmellata è di fragole, utilizzare possibilmente la gelatina alla fragola. Se è di mirtilli, utilizzare la gelatina all’uva.
  • Schiacciare la frutta, quindi aumentare il fuoco, mescolando continuamente con un cucchiaio di legno. Portare la marmellata ad ebollizione e far bollire per alcuni secondi prima di ridurre il fuoco al minimo. Fare bollire ancora un paio di minuti, continuando a mescolare.
  • Trasferire la marmellata nei contenitori sterilizzati.

    Lasciarli raffreddare e poi metterli in frigorifero o nel congelatore. Si può conservare in frigorifero per una settimana e nel congelatore per un massimo di tre mesi.

Confetture già pronte

Rigoni è una delle marmellate di fragole con ingredienti naturali e senza zuccheri aggiunti. Le confetture Rigoni esaltano il sapore della frutta senza essere eccessivamente dolci, sono biologiche e senza glutine, ideali per chi non vuole rinunciare al buon sapore della frutta fresca.

Di casa Zuegg, le confetture di frutta sono leggere, senza glutine e completamente lisce. Ideali sia per preparare dolci sia per una colazione leggera, sono cremose e si conservano bene a lungo in frigo.

1 Commento su Come fare una marmellata per diabetici

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche