Come fare: Uova Farcite E Glassate – Ricetta antipasto COMMENTA  

Come fare: Uova Farcite E Glassate – Ricetta antipasto COMMENTA  

Ecco la ricetta del giorno: Uova Farcite E Glassate. Ti insegnamo a farla velocemente e nel modo migliore. Farai una splendida figura e i tuoi ospiti te ne saranno grati. L’importante è l’ingrediente principale: Uova.

Leggi anche: Balsamo banana-carota

Se segui alla lettera i consigli di ComeQuando ti verrà una meraviglia!

Passiamo quindi alla ricetta:

Tipo di piatto: Antipasto
Ingrediente principale: Uova
Persone: 8

Note:
Preparazione: 60 minuti + il raffreddamento. Calorie: 250.

Leggi anche: Che ortaggi scegliere per le prime volte?


Ingredienti:
120 G Zucchina
120 G Maionese
1/2 Cucchiaio Maionese
50 G Carota
50 G Prosciutto Cotto
40 G Ricotta Piemontese
8 Uova
3 Cetriolini Sott’aceto
1 Manciata Prezzemolo
Sale
Per La Glassa:
200 G Latte
50 G Panna Liquida
40 G Spinaci Lessati E Strizzati
20 G Burro
15 G Farina Bianca
6 G Colla Di Pesce

Preparazione:
Rassodate le uova, ponendole inizialmente in acqua fredda e lasciandole cuocere per 10 minuti esatti dall’inizio dell’ebollizione; raffreddatele sotto acqua corrente e sgusciatele. Tagliatene 4 a metà per il lungo e svuotatele dei tuorli che raccoglierete in una ciotola. Mescolateli solo con la parte verde della zucchina, tagliata in minuscola dadolata, la carota e i cetriolini, pure a piccolissimi dadini, una manciatina di foglioline di prezzemolo finemente tritate e 120 g di maionese. Amalgamate bene il composto, salatelo e riempite con questo gli 8 mezzi albumi in attesa. Sistemate le uova gialle così ottenute su un piatto e ponetele in frigorifero, coperte con un foglio di pellicola trasparente. Aprite per il lungo le 4 uova rimaste e svuotatele dei tuorli che passerete al setaccio, raccogliendo il ricavato in una ciotola. Amalgamatelo con la ricotta, il prosciutto ridotto in minuscola dadolata, mezza cucchiaiata di maionese e con un pizzico di sale. Riempite con il composto gli albumi in attesa, sistemate le uova così ottenute su una gratella e mettetele a raffreddare in frigorifero. Preparate la glassa: fate ammorbidire la colla di pesce in acqua fredda. Impastate, nel frattempo, la farina con il burro e stemperate questo roux con il latte caldo, fatto scendere a filo. Portate la salsina sul fuoco e, sempre mescolando, lasciatela sobbollire per 5 minuti poi aggiungetevi la colla di pesce ben strizzata e gli spinaci lessati, che avrete passato prima al tritatutto e quindi al setaccio: dovrete ottenere una salsa perfettamente omogenea alla quale incorporerete la panna. Lasciatela quindi raffreddare fino a quando incomincerà a “tirare” (cioè a velare un cucchiaio che vi sarà immerso). Togliete dal frigorifero le uova, ancora sulla gratella, sistemando questa su un vassoio. Glassatele ripetutamente (il vassoio sottostante servirà a raccogliere la glassa eccedente), quindi passatele di nuovo nel frigorifero lasciandovele per almeno un’ora (senza però toglierle dalla gratella). Quando la glassa si sarà ben rappresa, disponete queste uova “verdi” e quelle “gialle” su un piatto da portata adeguato, quindi servitele immediatamente guarnendo il piatto a piacere.


Buona preparazione e facci sapere nei commenti come ti è venuta!

Leggi anche

Come intervenire con il body contouring dopo un intervento di chirurgia bariatrica
Guide

Come intervenire con il body contouring dopo un intervento di chirurgia bariatrica

Gli interventi di body contouring vanno a rimuovere la pelle rimasta in eccesso a seguito di un intervento di chirurgia bariatrica. Il body contouring noto anche come chirurgia ricostruttiva, è un campo relativamente nuovo della chirurgia plastica. Fino a poco tempo fa erano poche le persone tra quelle che subivano una massiccia perdita di peso che potevano affrontare un simile intervento. Ma dall'avvento della chirurgia barbarica la richiesta di interventi per migliorare la linea corporea è aumentata drasticamente. Dopo una perdita di peso massiccia (superiore  ai 40 kg) la maggior parte delle persone presenta un eccesso di pelle. Non ci Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*