Come fare: Zuppa Di Porri Al Microonde – Ricetta primo COMMENTA  

Come fare: Zuppa Di Porri Al Microonde – Ricetta primo COMMENTA  

Ecco la ricetta del giorno: Zuppa Di Porri Al Microonde. Ti insegnamo a farla velocemente e nel modo migliore. Farai una splendida figura e i tuoi ospiti te ne saranno grati. L’importante è l’ingrediente principale: Porri.

Leggi anche: Yves Rocher, ecco la linea Burro di Karitè

Se segui alla lettera i consigli di ComeQuando ti verrà una meraviglia!

Passiamo quindi alla ricetta:

Tipo di piatto: Primo
Ingrediente principale: Porri
Persone: 4

Note:
Preparazione: 30 minuti. Cottura: 20 minuti.

Leggi anche: Una torta per colazione


Ingredienti:
4 Porri Grandi
700 G Patate
30 G Burro
1 Mazzetto Erba Cipollina
1 Ciuffo Prezzemolo
2 Cucchiai Panna Fresca
100 Cl Brodo Vegetale
1 Pizzico Pepe Di Caienna
Sale

Preparazione:
Mondate i porri, lavateli e tagliateli a rondelle, dividendo la parte bianca da quella verde. Tritate quest’ultima molto finemente nel mixer insieme alle erbe aromatiche ben lavate. Pelate le patate, lavatele e tagliatele a tocchetti. Mettete in una pirofila, bagnatele con 5 cl d’acqua, coprite e cuocete nel forno a microonde per 5, a potenza massima. Togliete il tegame dal forno, aggiungete i porri tagliati a rondelle, coprite e cuocete ancora per 2′. Nel frattempo portate a ebollizione il brodo in una casseruola, regolate di sale e di pepe e profumate con il trito di porro e di erbe aromatiche. Versate il brodo sulle verdure, coprite e cuocete a potenza massima per 12-13′. Versate la panna, mescolate bene, profumate con un’abbondante macinata di pepe e servite subito.


Buona preparazione e facci sapere nei commenti come ti è venuta!

Leggi anche

PRESEPE.
Guide

Presepe fai da te: consigli

A quale periodo risale il presepe? Cosa significa la parola "presepe"? Scopriamo insieme come allestire un presepe fai da te. "Presepe" è una parola latina che significa "luogo recintato" ed è il termine per definire la rappresentazione della nascita di Gesù Cristo nella mangiatoia, circondato da Giuseppe e maria, il bue e l'asinello, i pastori e i Re Magi. La scena della nascita di Gesù è chiamata anche "Natività". La rappresentazione della nascita di Gesù ha origini antichissime e la troviamo già nelle vecchie catacombe dove i primi Cristiani si nascondevano per scappare alle persecuzioni da parte degli imperatori romani Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*