Come farsi ubbidire dal gatto COMMENTA  

Come farsi ubbidire dal gatto COMMENTA  

Alcune persone credono che farsi ubbidire da un gatto è una cosa impossibile da fare. Tuttavia, anche se si dispone di un gatto adulto in casa, è possibile addestrare il gatto a obbedire a comandi molto semplici, come “stare”, “venire” e “zampa”.

Istruzione

1 Utilizzare dolcetti durante la formazione. Assicurarsi che siano sani, nel senso che sono a base di carni reali, non sottoprodotti a base di carne, e hanno ingredienti artificiali limitati, se presente.


2 Metter il vostro gatto su una scrivania o un tavolo, in modo da poterlo guardare in faccia.

3 Dare il comando “Seduto!” quando il vostro gatto inizia a lasciare la zona. Allo stesso tempo, alzare la mano in modo che il palmo della mano è di fronte al volto del vostro gatto.


4 Dire “buono” e utilizzare il nome del vostro gatto. Continuare a ripetere questa sequenza ogni volta che il vostro gatto cerca di allontanarsi.

5 Metti il ​​gatto a terra. Utilizzare il comando “seduto”. Poi, allontanarsi e aspettare che il vostro gatto si sieda o sdrai.


6 Attendere 10 secondi prima di dare il comando “Vieni!”. Utilizzare un felice, voce eccitata e questa volta, utilizzare il nome del gatto.

7 Accarezzare il tuo gatto.

L'articolo prosegue subito dopo


8 Lasciate che il vostro gatto entrare in una posizione seduta comoda per insegnare il comando “dai la zampa”. Dire: “Dare la Zampa”. Utilizzare il nome del gatto.

9 Offrire il cibo come premio quando il vostro gatto ti permette di prendere la zampa.

Leggi anche

Come fare speed test per adsl
Guide

Come fare speed test per adsl

Lo speed test è l'analisi della velocità della nostra connessione. Vediamo come poterlo effettuare per la nostra adsl Ormai la velocità della connessione è il parametro fondamentale per decidere quale offerta internet scegliere per la nostra Leggi tutto

1 Commento su Come farsi ubbidire dal gatto

  1. Più di una persona che conosco mi ha detto di aver addestrato il gatto a schiaffi.
    Mi spiego meglio: dopo il compimento del primo anno, ogni volta che il gatto si comportava male o semplicamente disubbidiva veniva tenuto fermo e poi volavano schiaffi sul sedere e sulla nuca. Mai sul muso, mai forti da fare veramente male, ma da farglieli sentire come si deve. Nel caso il gatto facesse bisogni ( sia urina che feci ) fuori dalla sua cassetta, veniva preso e gli veniva infilato il muso negli escrementi.

    Adesso, io vorrei ben sottolineare che sono un animalista convinto e secondo me metodi del genere non solo sono vergognosi ma sono da denuncia.

    La questione è che, dopo ovviamente essersi presi tutti i miei insulti, tutte queste persone mi hanno assicurato che il metodo FUNZIONA! Uno che ti dice così può vaneggiare, ma tante persone no. C’è del vero.

    Passati i primi tempi, nei quali l’animale è terrorizzato e prova diffidenza verso il padrone, il gatto torna normale ed affettuoso e basta poi solo fare il gesto di alzare anche solo una mano per farsi ubbidire.

    Io non farei mai una cosa del genere, ma mi chiedo: perché visto che il metodo sculacciate funziona nessuno ne parla, anzi lo negano? Perché per i cani va bene dire di dargli qualche sculacciata e per i gatti no? Razzismo?

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*