Come funziona contratto di supplente

Guide

Come funziona contratto di supplente

Nell’ordinamento della scuola italiana, è previsto che, in caso di assenza del docente di ruolo, vengano chiamati dei sostituti detti supplenti.

I supplenti vengono convocati attingendo dalle graduatorie di istituto di seconda e terza fascia, e vengono contrattualizzati per il periodo in cui devono sostituire l’insegnante di ruolo.

Il tipo di contratto a cui viene vincolato un supplente è ovviamente quindi a tempo determinato; la sua decorrenza parte dal primo giorno effettivo di supplenza. Se si copre il monte ore considerato ordinario (25 ore settimanali per la scuola dell’infanzia, 24 nella scuola primaria, 18 in quella secondaria, 36 per gli ATA) si ha diritto alla domenica retribuita.

Le ferie si maturano dopo tre anni complessivi di servizio; se all’interno della supplenza vi sono dei periodi predeterminati di fermo scolastico, e la supplenza ha avuto inizio almeno sette giorni prima, tale periodo viene retribuito.

Il contratto può anche essere prorogato, in caso di necessità e prolungata assenza del titolare.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...