Come funziona Diritto di Prelazione Immobile Locato

Guide

Come funziona Diritto di Prelazione Immobile Locato

Quando il proprietario di un immobile che viene affittato, decide di vendere, il locatario, l’inquilino che affitta il locale , ha il diritto di prelazione sull’acquisto, la precedenza su eventuali altri acquirenti, ai sensi dell’articolo 392 , 27 Luglio 1978 e articolo 3 Legge 431, 9 dicembre 1998.

I l locatario ha diritto di essere preferito, a parità di condizioni, rispetto a soggetti terzi.

Il padrone di casa deve comunicare al locatario in forma scritta, con atto notarile, la propria intenzione di mettere in vendita la proprietà; nella comunicazione devono essere presenti il prezzo richiesto, le condizioni di vendita e una esortazione a far valer i propri diritti di locatario.

Dal momento della notifica devono decorrere 60 giorni prima che il diritto di prelazione decada ma il locatario ha tempo 30 giorni per versare la somma richiesta per l’acquisto.

Se il padrone di casa non notifica l’intenzione di vendere al locatario o se il prezzo richiesto a questi è più alto rispetto al prezzo richiesto ad acquirenti terzi, il locatario può, entro 30 giorni dalla firma del contratto riscattare l’appartamento.

Il locatario può scegliere anche di citare in giudizio il proprietario per mancata notifica; egli ha quindi tempo 30 giorni dalla prima udienza per riscattare l’immobile.

Il locatario non ha diritto di prelazione sull’acquisto se la vendita dell’immobile non fa cessare il contratto d’affitto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*