Come funziona Google Gravity COMMENTA  

Come funziona Google Gravity COMMENTA  

Google Gravity, ideato da Ricardo Cabello, è una pagina Web creata utilizzando un motore fisico C ++ che fa in modo che i componenti dello schermo reagiscano come se fossero stati sottoposti alla forza di gravità

Google Gravity utilizza JavaScript per simulare l’effetto della gravità sulle icone della pagina.

Il Javascript utilizza l’estensione “Box2d“, che è un motore fisico utilizzato principalmente per i giochi. Lo script Box2d può essere scaricato gratuitamente e può essere utilizzato per ricreare l’effetto di Google Gravity su altre pagine web.

Una volta caricata, la pagina di Google Gravity apparirà inizialmente come una normale home page di Google.

Dopo pochi secondi, le icone sullo schermo si sposteranno verso il basso, anche se i pulsanti manterranno la piena funzionalità, con l’eccezione di “Cerca con Google” e “Accedi”. La barra di ricerca potrà essere ancora utilizzata.

Premendo il tasto “Invio”, le voci di ricerca risultanti saranno colpite dall’effetto gravità e le icone sullo schermo reagiranno alla forza di gravità, proprio come nella vita reale: se trascinate le icone verso la parte superiore dello schermo e poi lasciate il pulsante del mouse, queste cadranno di nuovo verso il basso.

L'articolo prosegue subito dopo

Provate a spostare le icone ai bordi dello schermo: queste rimbalzeranno per tornare verso l’interno. 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*