Come funziona pagamento Adsense

Tecnologia

Come funziona pagamento Adsense

Come guadagnare con i blog con adsense
Come guadagnare con i blog con adsense

Ecco i passaggi che i proprietari di siti devono rispettare per riscuotere i pagamenti da Google Adsense.

Google Adsense è l’applicazione che consente ai proprietari di siti web di poter realizzare lauti guadagni attraverso la pubblicità. Coloro che gestiscono i siti devono sapere che per realizzare i guadagni e incassare i pagamenti devono rispettare alcuni passaggi. Innanzitutto occorre fornire i dati fiscali e anagrafici, fondamentali per poter ricevere le fatturazioni. E’ fondamentale confermare, attraverso il proprio account, i dati relativi all’indirizzo del beneficiario e il nome.

Attraverso l’account di Google Adsense è sempre possibile modificare i dati anagrafici e apportare le dovute correzioni. Poi è fondamentale selezionare anche la forma di pagamento desiderata. A seconda dell’indirizzo scelto dall’utente per ricevere i pagamenti possono essere selezionati diverse modalità per ricevere i compensi. Fra questi anche il trasferimento elettronico dei fondi attraverso il sistema EFT, l’assegno o il Western Union Quick Cash.

Come funziona la soglia dei pagamenti

Nel momento in cui le entrate dell’utente raggiungono la soglia di verifica dell’indirizzo, viene inviato per posta un codice PIN all’indirizzo del beneficiario nell’account AdSense.

Al fine di ottenere il pagamento occorrerà digitare il PIN nell’account AdSense. Il codice PIN viene inviato tramite posta ordinaria e consegnato nel giro di 2-3 settimane.
Una volta raggiunta la soglia di pagamento entro la fine del mese, viene attivata la procedura di pagamento della durata di 21 giorni e successivamente viene effettuato il pagamento.

Ad esempio se la soglia di pagamento per l’account è € 100 e la cifra viene raggiunta nel mese di gennaio, il pagamento verrà completato a fine febbraio.
Qualora il saldo corrente raggiungesse la soglia di pagamento, la cifra raggiunta si sommerà a quella del mese successivo per il raggiungimento della soglia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche