Come funziona part time pubblico impiego COMMENTA  

Come funziona part time pubblico impiego COMMENTA  

In materia di part time sono state introdotte delle novità con la legge 183/2010. In base a tale normativa la trasformazione del rapporto di lavoro da tempo da full time a part time non è automatica. L’approvazione è dunque soggetta alla valutazione effettuata dall’ente amministrativo coinvolto. L’amministrazione è dunque libera di non accogliere l’istanza del lavoratore e avrà un termine di 60 giorni dalla domanda per decidere se accordare o meno la trasformazione del rapporto di lavoro in part time.


In caso di mancato accoglimento della domanda, l’amministrazione deve indicare le motivazioni del diniego, in maniera puntuale e circostanziata, come richiesto dalla circolare della Presidenza del Consiglio dei Ministri n. 9 del 30 giugno 2011. Questo potrà accadere, ad esempio qualora in relazione alle mansioni del lavoratore la conversione in lavoro part time comporti un pregiudizio alla funzionalità ed efficienza dell’ente amministrativo. Lo stesso potrà accadere qualora il tempo parziale venga richiesto per svolgere un secondo lavoro e si ravvisi un conflitto di interessi.


In caso di numero di domande eccedenti, devono essere rispettati taluni criteri di priorità. Verranno favoriti lavoratori svantaggiati per ragioni personali, sociali e per situazioni familiari.


Hanno dunque la precedenza rispettivamente:

  • i lavoratori il cui coniuge, figli o genitori siano affetti da patologie oncologiche;
  • i lavoratori che assistono una persona convivente con totale e permanente inabilità lavorativa, con riconoscimento di una invalidità pari al 100% e necessità di assistenza continua in quanto non in grado di compiere gli atti quotidiani della vita;
  • i lavoratori con figli conviventi di età non superiore a 13 anni;
  • i lavoratori con figli conviventi in situazione di handicap grave.

I lavoratori che sono hanno ottenuto la trasformazione da tempo pieno a part time hanno diritto di tornare a tempo pieno alla scadenza del biennio ma anche prima di tale termine purchè vi sia disponibilità del posto nell’organico.

L'articolo prosegue subito dopo


Il lavoro a tempo parziale può essere così articolato:

orizzontale, quando la prestazione di lavoro viene ridotta in tutti i giorni di lavoro;

verticale, quando la prestazione di lavoro viene effettuata in alcuni giorni della settimana, del mese o di determinati periodi dell’anno.

Le competenze spettanti al lavoratore, quali indennità e retribuzioni sono calcolate in misura proporzionale alla prestazione di servizio.

Leggi anche

About Manuela Margilio 55 Articoli
Sono laureata in giurisprudenza e amo scrivere su questioni relative al diritto e fisco; mi piace leggere e mi dedico alle recensioni. Scrivere sul web è una delle mie passioni che mi consente di essere sempre aggiornata.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*