Come funziona trapianto di midollo

Guide

Come funziona trapianto di midollo

Per tutte le persone affette da gravi malattie del sangue, come ad esempio la leucemia, spesso l’unica cura possibile è il trapianto del midollo osseo. Per questo è molto importante che vi siano molti donatori, perchè la compatibilità anche tra consanguinei non sempre è garantita.

Ma in cosa consiste esattamente il trapianto di midollo? Nonostante il termine possa far pensare ad un intervento di asportazione di un organo, in realtà il midollo osseo si presenta come sangue. Esso si trova nelle creste iliache, ovvero all’altezza dei reni, e contiene le cellule staminali emopoietiche, ovvero quelle che consentono la formazione dei globuli bianchi, di quelli rossi e delle piastrine.

Questo sangue viene prelevato con una trasfusione, e poi iniettato nel paziente malato, dopo essere stato sottoposto ad un ciclo di radioterapia o chemioterapia.

Per diventare donatori di midollo osseo, si devono aver compiuto i 18 anni di età, e non averne più di 40.

Si deve pesare più di 50 kg e ovviamente non avere malattie del sangue.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*