Come funzionano le scuole private

Guide

Come funzionano le scuole private

Per scuola privata si intende una scuola non amministrata dallo Stato. Molte famiglie scelgono di mandare i propri figli a scuole private. Le scuole private possono essere religiose e laiche, scuole per i bambini finalizzate ad aiutare gli studenti con difficoltà di apprendimento. Non importa che cosa il vostro bambino ha bisogno, interessi, abilità o età, c’è sicuramente una scuola privata in cui lui o lei può prosperare.


Perché i genitori scelgono la scuola privata? La loro decisione è spesso dovuto alla scarsa qualità delle scuole pubbliche o di sovraffollamento nelle vicinanze. In questo caso, i genitori possono sentire che i loro figli ottengono una migliore educazione in una scuola privata, a prescindere dal costo aggiunto. Altre famiglie possono scegliere le scuole private perché vogliono che i loro figli ricevano una educazione religiosa o si concentrino su particolari abilità o talenti. La scuola privata può anche essere la risposta per i bambini che hanno esigenze particolari o disabilità dello sviluppo. Uno dei principali vantaggi di scuole private è spesso pensato di essere l’istruzione superiore rispetto alle scuole pubbliche.

Tuttavia, un nuovo studio condotto dal Center on Education Policy nel 2007 smentisce questo concetto. Secondo questo studio, “non ci sono prove del fatto che le scuole private aumentino le prestazioni degli studenti una volta che tutti i fattori socio-economici sono corretti.” Anche se ci sono molte ragioni per la differenza di prestazioni tra le scuole pubbliche e private, una serie di fattori, in particolare, possono essere responsabili di queste differenze. Secondo l’Associazione Nazionale delle Scuole Indipendenti (NAIS), gli studenti delle scuole private godono le dimensioni delle classi più piccole, con un insegnante 01:11 a rapporto studenti in media. Classi più piccole significa più attenzione individuale e più aiuto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...