Come funzionano mattoni climatici sostituzione condizionatori

News

Come funzionano mattoni climatici sostituzione condizionatori

Il freddo ancora attanaglia l’Italia, ma le grande industrie si stanno mobilitando in vista dell’estate.
Per gli amanti del refrigerio, il must dell’estate è avere i condizionatori in casa. Ma molti sono convinti che i condizionatori siano una macchia per l’ecosistema.
Come rinfrescare la propria casa rispettando l’ecosistema?
Ecco la nuova grande invenzione dell’anno: si tratta di mattoni refrigeranti o meglio detto mattoni climatici. Ad inventarli e brevettarli è stata la società californiana Emerging Objects che ha messo a punto dei mattoni stampati in 3D in grado di rinfrescare l’aria negli ambienti chiusi. Il funzionamento dei mattoni climatici è molto semplice. I mattoni utilizzano un meccanismo di evaporazione garantito dal materiale poroso di cui sono costituiti ovvero una sorta di griglia bagnata. La griglia consente l’attraversamento dell’aria cedendo, nel passaggio attraverso i mattoni, parte del calore alle molecole d’acqua.
Questo sistema, di fatto, non è una novità vera e propria.

Infatti era già stato utilizzato in Egitto e in Persia per rendere meno calda l’aria in un ambiente chiuso.
Vari vantaggi dall’utilizzo di questa nuova tecnologia. Innanzitutto risparmio energetico ed economico, ed in secondo luogo nessun danno per l’ambiente e per gli utenti a causa dei gas refrigeranti che sprigionano i classici condizionatori.
Certo, si tratta di una nuova tecnologia che vi farà spendere un po’ di soldini all’inizio. Ma potrete riguadagnarli tutti, anche in salute.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Enrica Marrelli 445 Articoli
Laureata in Teoria della Comunicazione e Comunicazione Pubblica presso l'Università della Calabria. Amo la lettura ma mi appassiona anche il grande e il piccolo schermo.
Contact: Facebook