Come funzionano nomine manager pubblici

Guide

Come funzionano nomine manager pubblici

Sono 350 posti i posti messi a disposizione per l’incarico di manager pubblico e una marea visibile e invisibile di aspiranti all’incarico. Il problema è che non sono ben chiare quali sono le modalità e i criteri attraverso i quali concretizzare questa scelta. Chi decide, chi si candida, come si nomina un manager ?

Esistono leggi e codici e soprattutto due direttive del Tesoro che regolano la materia: la prima è del 24 aprile 2013 e dispone i criteri di onorabilità, decadenza, ineleggibilità e retribuzione; la seconda è del 24 giugno 2013 e si propone di regolare nel dettaglio i criteri di selezione e nomina degli amministratori. Il secondo documento è il più utile ma allo stesso tempo più problematico in quanto stabilisce criteri generali condivisibili ma nello stesso tempo interpretabili e aperti a soluzioni di tutti i tipi.

Facciamo chiarezza. Gli esclusi dalle elezioni sono: coloro che ricoprono incarichi politici; chi non ha esperienza giuridica, finanziaria e/o industriale; chi ha conflitti di interesse; chi non ha mai svolto un incarico nella medesima posizione.

Una volta individuati i “papabili” grazie anche alla collaborazione dei cosiddetti “cacciatori di teste” la palla passa al Comitato di garanzia del Tesoro.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Enrica Marrelli 453 Articoli
Laureata in Teoria della Comunicazione e Comunicazione Pubblica presso l'Università della Calabria. Amo la lettura ma mi appassiona anche il grande e il piccolo schermo.
Contact: Facebook