Come imparare a scrivere in modo coinvolgente COMMENTA  

Come imparare a scrivere in modo coinvolgente COMMENTA  

D’accordo, hai imparato la grammatica, l’ortografia, sai destreggiarti tra coungiuntivi e condizionali, tuttavia il tuo modo di scrivere non ha ancora quella scintilla magica, ciò che contribuisce a coinvolgere il lettore. Ecco alcuni semplici suggerimenti per rendere un po’ più pepato il tuo stile letterario.


Leggi, Leggi, Leggi! Cerca le più svariate fonti di informazione sugli argomenti che ti interessano, e comincia a leggere giusto per il gusto di farlo. Ritagliati almeno un’ora ogni sera per leggere qualcosa che ti interessi, ti rilasserà più che vegetare davanti al televisore. Ti manca il tempo per farlo? Allora programma di leggere almeno un libro durante le tue prossime vacanze. Leggendo la tua mente familiarizzerà con un vasto numero di parole e costruzioni di frasi. Tutto ciò ti tornerà utile quando dovrai scrivere tu. A volte scrivendo ti capiterà di usare delle parole di cui non avevi nemmeno la coscienza di avere imparato.


Evita le ripetizioni! A Meno che tu non voglia enfatizzare un passaggio o ripetere una parola chiave nel tema che stai trattando. Quando usi la stessa parola o lo stesso tipo di frase più di una volta, la scrittura diventa monotona. Cerca di parafrasare il più possibile quando devi ripetere un concetto già espresso precedentemente. A volte può essere utile consultare un dizionario per trovare dei sinonimi e rinnovare i concetti senza essere ripetitivi. L’ultima versione di Microsoft Word ha un dizionario accessibile con un semplice click del mouse.


Evita la banalità! Troppo spesso si vedono testi con le solite ed abusate espressioni, come carino, buono e grazioso. Questi aggettivi non hanno sprint, e significano veramente poco. Cerca invece parole più efficaci, come generoso, salutare, nobile, squisito e magnifico. Comunicherai al lettore un senso più profondo della descrizione che stai facendo.

L'articolo prosegue subito dopo


Non usare la parola “cosa”! Cosa vuol dire “cosa”? Poichè quando scrivi  il lettore ha a disposizione solo la  tua descrizione, questa dovrà essere molto chiara. Le “cose” non comunicano assolutamente nessun contenuto, riempiono inutilmente spazio nella pagina. Sono aria fritta. Tutti parliamo di cose nel linguaggio spicciolo, ma se vogliamo essere professionali, dobbiamo essere specifici. Quando non si può proprio evitare, allora cerchiamo alternative al termine un po’ più pregnanti, come aspetto, fattore, componente, caratteristica, elemento, tratto e “cose” del genere. Credeteci, funziona!

Dopo aver scritto la tua bozza, leggi e rileggi il tuo prodotto. Forzati a sviluppare meglio le tue idee, e con pazienza e perseveranza il tuo testo sboccerà! Scoprirai presto quale eccezionale potere hanno le parole.

Leggi anche

LED
Guide

Lampadine LED: perché comprarle

Tutti i vantaggi derivati dall'installazione di lampadine LED in luogo dell'illuminazione tradizionale. Il termine LED è nient'altro che l'acronimo di Light-Emitting Diodes, e rappresenta una specifica tecnologia di illuminazione, particolarmente innestata in quella scienza relativamente Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*