Come incanalare la collera COMMENTA  

Come incanalare la collera COMMENTA  

La collera può portare ad azioni pericolose, specialmente se nei momenti topici si hanno delle armi a portata di mano. La rabbia in se stessa non è negativa, sono le azioni che ne possono derivare il punto dolente. La rabbia è irrazionale per definizione, e le decisioni che si prendono quando questa è coinvolta non sono calcolate. Quando si agisce in preda alla collera non ci si sofferma sulle conseguenze delle proprie azioni.


Ovviamente queste reazioni rabbiose sono fuori controllo, non si può decidere di averle o no in maniera cosciente. Sono scatenate da detonatori profondamente sepolti nei nostri pensieri che possono essere attivati da circostanze occasionali. Tuttavia la collera può essere gestita. Esistono corsi di gestione della rabbia che insegnano il modo di capire, manipolare, ed in molti casi depotenziare, le reazioni rabbiose. La collera non è mai giustificata (bè, qualche volta forse sì), ma i suoi effetti più deleteri si vedono quando sfocia nella violenza. Molte persone colpevoli di violenza domestica vengono obbligate a frequentare corsi di gestione della rabbia.


La collera ha due principali insite ragioni. La prima è la delusione per le aspettative, desideri e sogni che non hanno trovato riscontro. La seconda è la perdita. Ma possiamo dire che entrambe le ragioni fanno tutte parte di un’unica categoria, in quanto sogni e desideri infranti equivalgono ad una perdita. Spesso si dice che dietro la rabbia si nasconde il dolore, ed il dolore è una risposta diretta alla perdita. Ma se una persona è culturalmente condizionata a negare i sentimenti spiacevoli, ecco allora che si manifesta la collera, spesso più accettata del dolore.


Quando la collera non viene espressa, ma viene negata e sepolta all’interno delle nostre coscienze, può marcire. Si dice che la depressione sia collera negata. Ma esistono dei modi per incanalare questo inevitabile sentimento in qualcosa di addirittura salutare. Ecco qualche idea.

L'articolo prosegue subito dopo

  • Intensa attività fisica, come la corsa, il ciclismo, la ginnastica con i pesi. Con questo compertamento si può trasformare la collera in qualcosa di positivo, addirittura salutare!
  • Mettere della musica coinvolgente e ballare mettendoci tutta l’anima.
  • Dare pugni ad un cuscino o ad un pungiball.
  • Fare a pezzetti delle vecchie riviste o elenchi telefonici.
  • Tambureggiare. Se non si ha un tamburo va bene battere su di un tavolo, una sedia, qualsiasi oggetto che si presti. Ma non si devono battere le mani a casaccio, bisogna tambureggiare con ritmo musicale.
  • Lanciare oggetti. Naturalmente in un posto sicuro, dove non si rischi di colpire qualcuno. Via libera al lancio dei regali di nozze mai apprezzati!
  • Sedersi in macchina, con i finestrini chiusi e urlare a pieni polmoni.
  • Ridere fragorosamente. All’inizio saranno risate false, ma dopo un po’ potrebbero diventare più genuine.

Se eliminiano il pericolo dalla collera, quest’ultima potrà essere gestita, incanalata, addirittura utilizzata per fini utili.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*