Come indossare la fascia porta bebè

Guide

Come indossare la fascia porta bebè

come-indossare-una-fascia-porta-bebe_abd940d4fa7be59d4598e5e3e3252d35

Nonostante i numerosi ritrovati moderni che si hanno a disposizione di neo mamme e neo papà, uno dei rimedi più utili ed efficaci per i genitori e anche per il bambino resta anche uno dei più antichi, ovvero la fascia porta bebè.

La fascia porta bebè è una valida alternativa al marsupio, molto più agevole perchè consente alla mamma (o al papà) non solo di portare a spasso il proprio piccolo senza affaticare le braccia, ma anche di svolgere molte delle faccende quotidiane avendo il bambino sempre a contatto del proprio corpo.

Molto importante ovviamente è posizionare bene la fascia, che passa intorno alle spalle e dietro la schiena e poi davanti alla pancia, e aiuta a non sforzare nemmeno la colonna vertebrale. La procedura non è complicata, e dopo alcune volte verrà naturale farla.

La fascia può essere posizionata in due modi, a seconda dell’età del bambino. Quando è appena nato, la si sistema a mò di culla: si deve passare la fascia davanti al seno, incrociare i due lembi dietro la schiena e poi riportarli avanti.

Poi i lembi vanno fatti passare sotto al sederino del bimbo, e infine annodati dietro la schiena della mamma.

Se il bimbo è un po’ più grandicello, gli si possono lasciare le gambe penzoloni: la fascia allora deve essere fatta partire da dietro la schiena, poi incrociata sul seno e ripassata dietro, annodandola davanti o dietro.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*