Come insegnare ai bambini le moltiplicazioni

Guide

Come insegnare ai bambini le moltiplicazioni

Le moltiplicazioni – e la matematica in generale – possono essere particolarmente difficili per i bambini. Soprattutto quando non mostrano molto entusiasmo nell’imparare, è difficile pensare ad una strategia efficace. Gli insegnanti non possono sempre fare un lavoro completo e per essere sicuri che il bambino capisca veramente la moltiplicazione, a volte questo compito ricade sui genitori. Usare il cibo per aiutare a spiegare gli argomenti di matematica o per fare giochetti di matematica può essere di grande aiuto. Se vi riesce di catturare l’attenzione del bambino per qualche minuto, il gioco è fatto.

Cosa ti serve:

15 caramelle (opzionale)

carte da gioco

Istruzioni:

  1. Spiega così la moltiplicazione. Mostragli che ha 15 caramelle. E che, anche se le dividi in tre gruppi, ciascuno con cinque caramelle, restano 15. Lascia che il bambino le conti. Poi spiegagli il processo per arrivare a 15: 15 caramelle è 5 +5 +5 o 5×3. Puoi iniziare con un conteggio ancora più semplice di 5, ma alcuni numeri rendono molto più facile insegnare le moltiplicazioni.
  2. Insegnagli i trucchi.

    Rendono la tabellina facile e divertente. Ad esempio, la tabellina del 10 è facile perché basta aggiungere uno zero a qualsiasi numero che si moltiplica per 10. La tabellina dell’11 ha un trucco simile, nel senso che è sufficiente ripetere il numero due volte.

  3. Gioca con il bambino. Utilizza delle carte per giocare o crea un gioco a premi. Molti siti web hanno giochi che permettono ai bambini di esercitarsi nella moltiplicazione. I giochi permettono ai ragazzi di apprendere ad un ritmo più adatto a loro, e la pratica accelera il processo di risoluzione dei problemi, aiutandoli a capire.
  4. Riprendi il discorso per pochi minuti al giorno per un paio di settimane. Fa questo fino a quando la moltiplicazione è abbastanza consolidata nella testa del bambino.
  5. Ripassa le moltiplicazioni con il bambino di tanto in tanto. In questo modo non dimentica quello che ha già imparato.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...