Come lavorare il fimo COMMENTA  

Come lavorare il fimo COMMENTA  

Il fimo è una pasta da modellare termoindurente  realizzata in materiale sintetico che lavorata può donare risultati sorprendenti. Tanti sono gli oggettini da realizzare: orecchini, spille, bracciali e ancora collane, scatoline porta-oggetti e tutto ciò che suggerisce la fantasia.


Per lavorare il fimo basta solo un po di manualità e qualche attrezzo del mestiere reperibile nei negozi specializzati. Il fimo si presenta in panetti colorati ma è possibile anche personalizzarlo con vernici a seconda del proprio gusto. E’ una pasta che all’aria non si indurisce, basta lavorarla un po con le dita ed il calore delle mani per renderla subito modellabile. Se siete alle prime armi il web offre tante alternative, guide e tutorial con tanto di video per realizzare ogni tipo di oggetto.  Tutto ciò che serve, per le principianti, per creare con il fimo è un taglierino, dei guanti, degli stuzzicadenti, iniziando a dare la forma che si vuole. A lavoro ultimato è necessario cuocerlo in un fornetto elettrico ad una temperatura tra i 100° e i 130°C dai 15 ai 30 minuti a seconda dell’oggetto. E’ consigliabile usare un fornetto destinato solo a questo utilizzo perchè durante la cottura può sprigionare vapori tossici e quindi sconveniente cuocerlo nel forno dove si cucina.  Una volta cotto il colore si opacizza quindi per ravvivarlo è utile stendere del lucido.


Il fimo è una pasta indicatissima per creare oggetti molto piccoli, ma è molto gettonato anche per realizzare creazioni per ogni occasione: compleanni, battesimi, matrimoni, anche come bomboniere e segnaposti.


 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*