Come levare le zecche al proprio cane

Guide

Come levare le zecche al proprio cane

Le zecche sono un vero e proprio tormento per chi possiede un cane (ma anche i gatti, in modo meno frequente in quanto “più casalinghi”, possono esserne colpiti), oltre che per l’animale stesso. Inoltre, sono potenzialmente pericolose in quanto possono trasmettere malattie anche mortali.

Quando scoprite che una singola zecca si annida fra i peli del vostro cane bisogna ovviamente togliere l’ospite indesiderato. Fate come segue:
indossate i guanti,
armatevi di pinzette (ce ne sono in commercio di apposite che permettono di posizionarsi nel modo più corretto),
afferrate il parassita alla base – nel punto in cui la testa risulta infilata nella pelle ed estraetela lentamente, facendo attenzione a non romperla la bocca del parassita che è inserita all’interno della pelle dell’animale.
Uccidete la zecca (bruciandola, evitate invece di schiacciarla per non diffondere le uova nell’ambiente) e quindi disinfettate la pelle dell’animale.
Sulla pelle dell’animale si formerà una crosticina; nei giorni seguenti è consigliabile sorvegliare la zona per verificare che dalla ferita non si sviluppi un’infezione.

Diverso è quando vi accorgete che l’animale è infestato dalle zecche. Si tratta di una situazione che può verificarsi in pochissimo tempo, specie in alcune situazioni (in campagna, dove sono presenti pecore o capre, in zone particolarmente ventose ecc.), quindi non sentitevi in colpa per non esservene accorti prima.
In questi casi è indispensabile trattare l’animale con prodotti antiparassitari; lavate bene il pelo del cane con l’apposito shampoo e seguite le istruzioni sulla confezione del prodotto. Dovrete lasciare agire la schiuma per qualche minuto e ripetere l’operazione. Dopo aver fatto passare il tempo necessario, mentre la schiuma è ancora sul pelo dell’animale, pettinatelo con gli appositi strumenti a denti molto fitti, in modo da rimuovere i parassiti che avranno “mollato la presa” grazie all’azione del prodotto. E’ bene ripetere l’operazione a distanza di 7/8 giorni, anche se vi sembra che non siano più presenti zecche; le uova di questi parassiti sono infatti molto piccole e difficilmente visibili ad occhio nudo.

Per prevenire “l’attacco” di questi parassiti potete utilizzare gli appositi collari e/o i prodotti specifici da mettere mensilmente sul collo del cane (è importante applicarli in una zona in cui l’animale non riesce a leccarsi per evitare sia che lo tolga sia che lo assuma attraverso la saliva). Si tratta di prodotti che hanno una buona tollerabilità, che sono venduti tenendo presente il peso del cane (taglia piccola, media, grande) e che ottengono buoni risultati.

In ogni caso, è bene effettuare periodicamente una “perlustrazione” del pelo del vostro cane (specie se si tratta di razze a pelo lungo) in modo da accertarvi che non si annidino questi fastidiosi ospiti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...