Come liberarsi dei calli sulle dita - Notizie.it

Come liberarsi dei calli sulle dita

Guide

Come liberarsi dei calli sulle dita

Il lavoro duro premia, ma ha anche dei lati negativi. Rastrellare le foglie, suonare la chitarra, scrivere sulla tastiera e altre attività possono portare alla formazione di calli su mani e dita. Sebbene i calli siano segno che si lavora molto, essi possono anche essere fastidiosi. Potete liberarvi dei calli sulle dita a casa con un po’ di pazienza.

Liberarsi dei calli

Istruzioni

1 Se possibile indossare i guanti quando lavorate per essere liberi da calli sulle dita. Prevenire i calli è più facile che eliminarli una volta che si sono formati. Oltre ai calli, i guanti prevengono anche molti altre condizioni della pelle.

2 Immergete i calli. Prendete una ciotola, riempitela di acqua calda e sapone delicato. Potete aggiungere una lozione antisettica per un ulteriore azione ammorbidente. In alternativa, potete aggiungere del bicarbonato di sodio, dell’aceto di sidro di mele p del sale marino. Immergete la mano per 20 minuti o fino a che la pelle forma delle grinze.

Sostituite l’acqua se si raffredda durate i 20 minuti. Asciugate l’area attorno ala callo, ma non il callo stesso.

3 Passate la pietra pomice sul callo delle dita. Potete trovare la pietra pomice al supermercato a un prezzo relativamente basso. Potete anche utilizzare un tappetino esfoliante. Strofinate la pietra delicatamente sui calli con movimenti circolari. Rimuovete solo uno strato per prevenire infezioni e altre complicazioni.

4 Applicate una lozione sui calli delle dita. Potete utilizzare la vostra lozione preferita o una crema specifica. L’aloe vera gel è una buona alternativa. Applicare una lozione sui calli spesso aiuta il processo di ammorbidimento.

5 Cambiate il modo in cui lavorate. Assicuratevi di non stringere la penna o altri strumenti troppo saldamente, poiché questo causa calli alle dita. Alternate il lavoro ripetitivo in modo che l’area delle dita inclini ai calli non sia esposta ad una frizione costante.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*