Come mangiare le viole selvatiche - Notizie.it

Come mangiare le viole selvatiche

Guide

Come mangiare le viole selvatiche

Le violette selvatiche sono un ingrediente raffinato in cucina. Parenti delle viole coltivate, sono diffusissime in natura. Oltre ad essere belle e colorate vengono consumate fin dal 14 ° secolo. Possono essere mangiate entrambe i dipi di Viola odorata, quella con i fiori blu e quella con i fiori viola. Provate voi stessi a creare nuovi piatti.

Istruzioni

1

Raccogliete delle piantine di viola selvatica, lasciandole le radici. Lavatele accuratamente. È fondamentale appurarsi che siano effettivamente violette selvatiche e non generici fiori viola.
2

Separate i fiori e le foglie, le parti commestibili della pianta, dai gambi.

3

Assaggiate le foglie per determinare il loro profilo aromatico. Alcune viole sono molto dolci, mentre altre presentano un gusto più aromatico. Questo vi aiuterà a decidere a quali sapori e alimenti accompagnarle.
4

Aggiungete i fiori della viola alle torte come decorazione commestibile. Possono anche essere aggiunti in forma cristallizzata, cosa che si ottiene passando sui petali una piccola quantità di albume, poi spruzzato con zucchero e lasciando asciugare.

5

Versate acqua calda sulle foglie e fiori di violetta dolci e camomilla per un infuso al gusto di viola.
6

Aggiungete le foglie di violetta per insaporire insalate o verdure miste.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*