Come modificare il Pannello di controllo per la visualizzazione classica in Windows 7 COMMENTA  

Come modificare il Pannello di controllo per la visualizzazione classica in Windows 7 COMMENTA  

Molte persone hanno espresso frustrazione per non riuscire a cambiare il Pannello di controllo per la visualizzazione classica -con tutte le icone al posto della categoria – in Windows 7. Bene, con un registro semplice, si può fare. La modifica del Registro di sistema può rovinare il vostro computer se fatta in modo errato, però. Vedere l’avviso alla fine dell’articolo. Non chiedetemi perché non hanno semplicemente incluso un’opzione “Passa alla visualizzazione classica”!

Istruzioni:

1. Accedere al computer basato su Windows 7. Una volta al desktop, fare clic sul pulsante “Start”.

2. Fare clic su “Esegui” e digitare regedit nel campo “Esegui”. Premere Invio.


3. Una volta entrati nel Registro di sistema, passare alla seguente chiave: HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Policies\Explorer.

4. Verificare di trovarsi nella chiave corretta. Individuare il valore REG_DWORD “ForceClassicControlPanel” e fare doppio clic su di esso. Appare la finestra “Modifica valore DWORD”. Nella finestra, sotto forma valore del campo dati, modificare il numero “1” (senza le virgolette) e fare clic su OK.


5. Premere il tasto F5 per aggiornare il sistema operativo. Ora, chiudere il desktop. Fare clic su Start, Pannello di controllo. Ora dovreste vedere tutte le icone del pannello di controllo invece della visualizzazione categoria.

Note:

Questo articolo include suggerimenti su come modificare il Registro di sistema. Si può danneggiare gravemente il computer se si modifica il Registro di sistema. Seguire i passaggi elencati qui con molta attenzione. Si consiglia di fare il backup del registro prima di apportare qualsiasi modifica. Articolo fornito solo a scopo informativo.

L'articolo prosegue subito dopo

Leggi anche

Tecnologia

Firma digitale: quante se ne possono avere

Nel nostro sistema giurisprudenziale, la firma digitale viene definita per la prima volta nel DPR 10 novembre 1997 n. 513 che disciplina la” formazione , l’archiviazione e la trasmissione di documenti con strumenti informatici e telematici”. Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*