Come navigare in incognito sul web

Guide

Come navigare in incognito sul web

incognito
La navigazione in incognito è possibile in tutti i browser web.

Utilizzare Internet in incognito può rivelarsi utilissimo se si desidera non condividere informazioni e dati sensibili: ecco come fare.

Ormai tutti i principali browser per navigare su Internet presentano la modalità di navigazione in incognito. Questa opzione consente di navigare in rete senza che il browser memorizzi cronologia, dati sensibili, azioni compiute tramite finestre di dialogo e download. Funzione utilissima quando si condivide un PC con altri utenti e si desidera non rendere accessibili determinate informazioni riguardo gli estremi delle proprie sessioni di navigazione in rete. È essenziale ricordare che il private browsing impedisce la memorizzazione da parte del browser, ma non da parte dell’IP e dei titolari dell’utenza. Coloro a cui è intestato il servizio, dunque, hanno la possibilità di risalire a tutti i dati, nonché il dovere, per legge, di fornirli alla polizia postale in caso di richiesta. Particolare, quest’ultimo, da tenere bene a mente quando si utilizza la navigazione in incognito in ufficio, in un locale pubblico, un Internet Point o una postazione coworking.

L’ideale per rendere i dati della propria navigazione inaccessibili a terzi rimane, dunque, la non condivisione dei propri dispositivi.
Per aprire una scheda o una finestra di dialogo in incognito mentre si è già in navigazione, i principali browser si comportano più o meno tutti allo stesso modo. Da una pagina web qualsiasi, basta cliccare con il tasto destro del mouse su un link, uno qualunque, anche il primo che si trova nella pagina stessa. Nella finestra di dialogo che apparirà, bisogna cliccare su “Apri in finestra di navigazione in incognito”. La finestra si aprirà, e si potrà navigare in tutta sicurezza.

Vediamo ora come si comportano nello specifico i principali browser.
Google Chrome: l’opzione “Nuova finestra di navigazione in incognito” è disponibile nel menu principale in alto a destra, contrassegnato da tre linee orizzontali. Nella versione per dispositivi mobili, le linee sono sostituite da punti.
Internet Explorer: la funzione “InPrivate” browsing è disponibile a partire da Explorer 8, nel menu sotto la voce “Tools”. Da Explorer 11 in poi, la grafica e la disposizione dei pulsanti cambia leggermente ma il funzionamento è sostanzialmente il medesimo.
Mozilla Firefox: il pulsante del menu principale è collocato nella stessa posizione e reca lo stesso simbolo di Chrome.

Anche la versione per dispositivi mobili reca i tre punti al posto delle tre linee. Per attivare la navigazione in incognito, premere sull’icona della mascherina con la scritta “New Private Window”.
Safari: dalla barra dei menu principale, aprire la finestra di dialogo alla voce “File”. Da qui, selezionare “New Private Window”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*