Come organizzare un viaggio in Ecuador COMMENTA  

Come organizzare un viaggio in Ecuador COMMENTA  

Ecuador, un viaggio che molti turisti vogliono organizzare, soprattutto perché da queste parti la natura è davvero incontaminata e i colori sembrano rubati direttamente alla tela di un pittore. Per i cittadini che arrivano dall’Unione Europea basta giungere con un passaporto con validità residua di almeno sei mesi dalla data di ingresso. Per accedere alle Galàpagos, però, bisogna pagare una tassa di ingresso. Importante è sapere che per quanto riguarda la salute è certamente consigliata la profilassi contro la malaria a quote inferiori a 1500 metri, ma non ci sono rischi a Quito e Guayaquil. Sarebbe importante pure vaccinarsi contro la febbre gialla. Il viaggo è molto lungo perché pensare che da Roma a Quito, ci sono circa 10.100 chilometri, che tradotte in ore di volo sono circa 17. Nessun volo diretto e lo scalo di solito è a Miami.

Il costo medio del soggiorno in Ecuador non è, anche data la distanza, molto economico ed infatti di solito si arriva a pagare circa 2500 euro per un viaggio organizzato di un paio di settimane.

Chi, giustamente, vuole arrivare alle Galapagos, deve calcolare circa 1000 euro in più.La lingua ufficiale è lo spagnolo e si parla poco l’inglese. E’ una zona perfetta soprattutto per gli escursionisti e per coloro che si occupano di trekking.

Da queste parti in tanti giungono per la cosiddetta “Strada dei Vulcani” che comprende varie vette delle Ande ecuadoriane. C’è il Chimborazo che raggiunge i 6310 m e il Cotopaxi che arriva a 6000.

L'articolo prosegue subito dopo

Quest’ultimo è considerato il vulcano attivo più alto del mondo. Nella strada non mancano poi come vette il Pichincha, Pasochoa, Fuya Fuya e Sangay.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*