Come organizzare un viaggio interrail

Guide

Come organizzare un viaggio interrail

Il primo passo per organizare un viaggio interrail è rappresentato dall’acquisto del famoso biglietto, detto anche “pass”, che permette l’accesso a svariati paesi europei. Nato nel 1972 il famoso “interRail” offriva ai giovani con meno di 21 anni la possibilità di visitare solo 21 stati comunitari. Attualmente, grazie al successo che negli anni ha investito in maniera esponenziale questa tipologia di viaggio, l’età per usufruire degli sconti legati a questo particola biglietto è salita a 26 anni, e non esiste più una limitazione geografica.
Così ora come ora si posso acquistare due sole tipologie di “Pass”: il Global e il One Country. Il Global permette di sposarsi in 30 stati Europei, mentre il One Country concede l’accesso ad un singolo stato. Inoltre il Global pass si può acquistare in due varianti: la variante Continuous , che dura dai 10 ai 22 giorni, in cui si può viaggiare costantemente, e quella Flexi, in cui si può adoperare il treno per spostarsi solo un certo numero di volte nell’arco del viaggio.

I costi variano da una tipologia di biglietto ad un’altra. Scelto il biglietto il gioco è fatto, bisogna solo approntare un itinerario per decidere le mete da visitare e preparare i bagagli per la partenza.
Ovviamente questo tipo di vacanza non è indicata a chi ama le visite guidate e i comfort degli alberghi a 5 stelle. Chi viaggia in InterRail vuole scoprire l’anima dei posti che visita, ama la ricerca della tradizione, degli usi e costumi locali. L’InterRail è un modo per scoprire se stesso e gli altri, per aprirsi a popoli e culture e per vivere un’esperienza indelebile nel tempo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*