Come perdere il grasso della pancia mangiando cibi che bruciano i grassi

Il modo più semplice per far andare via i chili di troppo dalla pancia è iniziare a mangiare cibi che bruciano i grassi e fare esercizio fisico ogni giorno.

Leggi anche: In vacanza con i bambini

Istruzioni

1 Acqua. Bevete molta acqua se state provando a perdere il grasso in eccesso nella zona addominale. Il vostro corpo non può funzionare bene se non bevete acqua a sufficienza. Provate a bere almeno 8 bicchieri di acqua al giorno.

Leggi anche: La carne fa sangue… e fa ciccia!


Alcuni cibi aiutano a perdere il grasso della pancia

2 Mele. Si sente sempre dire che “una mela al giorno toglie il medico di torno”. Bene, adesso si può aggiungere il detto “una mela al giorno toglie il grasso della pancia di torno”. Secondo alcuni studi la pectina contenuta nelle mele limita la quantità di grasso che le cellule possono assorbire.

3 Avena. I fiocchi d’avena sono un eccellente esempio di cereale integrale, di cui i vostro corpo ha bisogno per bruciare il grasso della pancia.

L'articolo prosegue subito dopo

I fiocchi d’avena non solo forniscono cereali integrali, ma anche fibre!

4 Pesce. Il pesce fornisce al vostro corpo proteine e Omega3. Se non vi piace il pesce potete mangiare legumi, che sono anch’essi un’eccellente fonte di proteine per il corpo. Senza la giusta quantità di proteine, il vostro corpo non sarà una macchina brucia grassi!

5 Carote. Le carote contengono carotene, una forma di vitamina A che lava via rapidamente dal vostro corpo il grasso e le sostanze dannose. Il carotene è trasformato in vitamina A nel vostro intestino e aiuta ad aumentare il vostro metabolismo. Più veloce è il vostro metabolismo, più velocemente il vostro corpo brucerà i grassi.

Leggi anche

http://www.notizie.it/wp-content/uploads/2016/09/crescita-delle-stanze-in-affitto-1.jpg
Guide

Dare in affitto una o più camere, cosa c’è da sapere

In Italia, come in molti altri Paesi, il co-housing, che consiste nell’affittare una stanza per arrotondare i propri guadagni e dividere le spese, è un fenomeno sempre più diffuso. Il contratto d’affitto, infatti,  è pienamente valido anche se la locazione non riguarda un appartamento intero, ma una o più stanze. La normativa sulla locazione, dunque, non vieta di affittare porzioni limitate di un immobile purchè si rispettino gli adempimenti necessari e si dichiari il relativo reddito. Registrazione e tassazione del contratto d’affitto Anche per affittare una sola stanza è obbligatorio registrare il contratto di affitto, se la durata della locazione supera i Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*